Your browser does not support JavaScript!

Economics

L'idea di giustizia

by Amartya K. Sen

publisher: Mondadori

pages: 457

La lunga storia delle riflessioni sulla giustizia, che ha accompagnato come un'ombra lo sviluppo delle società umane, può essere riassunta, in ultima analisi, in questo dilemma: la giustizia va concepita come un ideale formalmente ineccepibile ma destinato a rimanere fuori della nostra portata, o piuttosto come una sorta di criterio pratico, imperfetto e sempre rivedibile, che dobbiamo comunque assumere come valido per orientare le nostre decisioni concrete e migliorare la qualità della vita individuale e collettiva? Nella sua ampia e acuta ricognizione dei vari approcci all'idea di giustizia, Amartya Sen, premio Nobel per l'economia nel 1998, muove una critica puntuale al filone del pensiero illuminista che pone al centro della riflessione politica ed etica un "contratto sociale" e la cui massima ambizione è definire il modo e i contenuti di accordi perfettamente giusti, anziché chiarire come le diverse pratiche di giustizia debbano essere confrontate e valutate. A questa "prospettiva trascendentale", Sen contrappone la propria idea di giustizia, che prende le mosse dall'altro filone della tradizione illuminista, centrato sull'analisi delle strutture sociali esistenti e sulla discussione pubblica condotta all'insegna della razionalità come strumento privilegiato per la riduzione delle più palesi ingiustizie.
22.00

Superfreakonomics. L'importanza di essere un trans, la polizza vita dei kamikaze, l'egoismo dell'altruista: la verità svelata dai numeri

publisher: Sperling & kupfer

pages: 299

Nuovi casi, nuovi personaggi, nuove tematiche scottanti, da trattare con il solito rigorosissimo metodo: far parlare i numeri. Levitt, economista eretico amante dei paradossi e nemico di tutti i luoghi comuni, questa volta fa a pezzi la tesi del riscaldamento globale, ci mostra come funziona l'economia della prostituzione (e quanto può rendere) e ci dice perché spesso si scelgono rimedi inefficaci e costosi invece di quelli utili ed economici. Non aspettatevi un sequel di Freakonomics: questo libro è molto, molto di più.
20.00

Sun Tzu, Machiavelli & Co. L'arte della guerra e della politica aziendale

publisher: Etas

pages: 288

Il passato viene in aiuto al mondo del business con questo compendio delle idee del "Guerriero" e del "Principe", dell'antica
16.50

Il piccolo grande libro del marketing

Il tuo marketing plan in un giorno

publisher: Etas

pages: 256

Molte aziende pensano di sì, ma spesso hanno solo un'idea, un budget, un obiettivo di vendita o una scusa
19.00

Il nuovo esame di stato per commercialista ed esperto contabile. Esercizi e temi svolti per la prova scritta. Con CD-ROM

publisher: Edizioni Giuridiche Simone

pages: 528

Pensato per le esigenze dei candidati, questo volume funge da guida alle varie fasi che caratterizzano l'esame di Stato: da quella preliminare di presentazione della domanda, allo svolgimento delle impegnative prove scritte. Il testo è articolato in quattro parti: nella prima, sono riportate informazioni di carattere "amministrativo" (notizie relative all'Albo professionale, modalità di presentazione della domanda, termini, programma ecc.) nonché utili suggerimenti sul modo più corretto per stilare la "scaletta" di un tema, con una serie di dritte che possono tornare utili durante la prova. La seconda e la terza parte offrono, invece, un'ampia rassegna di esercizi e temi svolti, con particolare riguardo agli argomenti statistiche alla mano - maggiormente ricorrenti. La quarta parte, strumentale alla terza prova pratica, contiene un formulario essenziale del contenzioso tributario, delle procedure societarie, fallimentari e concordatarie e delle vendite giudiziarie delegate a professionisti. Nel CD-Rom, infine, sono raccolte le tracce dei temi assegnati negli ultimi anni nelle principali sedi d'esame.
52.00

La valutazione delle banche

Analisi e prassi operative

publisher: Hoepli

Il libro tratta il procedimento di valutazione della banca in tutti i suoi aspetti
29.90

Si può fare! Come il business sociale può creare un capitalismo più umano

by Muhammad Yunus

publisher: Feltrinelli

pages: 253

La nuova scommessa di Muhammad Yunus sta nel pensare un capitalismo diverso, basato su imprese che abbiano per scopo non solo il raggiungimento del profitto ma anche la ricchezza sociale: il business sociale. Yunus entra nel merito degli esperimenti di business sociale avviati in questi ultimi anni, spiegando cosa ha funzionato e cosa invece è da cambiare, grazie alla sua capacità di sminuzzare i problemi in modo non convenzionale, parlando costantemente con i protagonisti, per ripensare di continuo convinzioni e procedure. Oltre al racconto dei primi passi dell'esperienza Danone in Bangladesh, si susseguono il delizioso racconto della vicenda della Mirakle Couriers di Mumbai, un'impresa con finalità sociali di consegna a domicilio gestita da sordomuti poveri, organizzati da un giovanotto che studia a Oxford. Oppure l'incredibile vicenda dei medici dell'Ospedale dei bambini di Firenze, che dopo aver messo a punto l'unica cura contro la talassemia a livello mondiale, dal 2007 stanno cercando di esportarne le pratiche anche negli angoli più poveri dell'Asia. O ancora la collaborazione fra la multinazionale francese Veolia e il mondo Grameen per distribuire acqua potabile depurata nel bacino dell'Himalaya dove l'acqua è sì abbondante, ma contaminata da tracce di arsenico di origine naturale. I primi passi concreti che realizzano il sogno di un capitalismo dal volto umano, etico e finalizzato al benessere sociale.
16.00

Maonomics. L'amara medicina cinese contro gli scandali della nostra economia

by Loretta Napoleoni

publisher: Rizzoli

pages: 373

La coppia democrazia-capitalismo è in crisi, vittima di una depressione che non è solo finanziaria. Trionfa invece il capi-comunismo visto che mentre la nostra economia va in pezzi, la Cina cresce a ritmi vertiginosi. Più 9 per cento del Pil nel 2009 e un piano di investimenti grandioso: strade, scuole, ospedali, ferrovie, colossali impianti per la produzione di energie rinnovabili. Si può ancora dire che il comunismo è stato sconfitto dalla storia? 0 è tempo di cominciare a guardare alla società con occhi un po' più a mandorla? Per esempio, le misure anticrisi attuate dai nostri governi sono servite ad arricchire gli stessi speculatori responsabili del collasso, mentre l'intervento statale cinese ha permesso di limitare i danni e ricominciare a crescere. La nostra vita politica è scossa da continui scandali e violazioni del diritto, mentre in Cina stanno nascendo nuove forme di partecipazione, pur all'interno del partito unico. E tra i grattacieli di Shanghai e Pechino si avverte uno slancio verso la modernità che il vecchio Occidente non riesce più nemmeno a immaginare. Da Margaret Thatcher a Berlusconi, da Wall Street al Cile di Pinochet, passando sempre per Pechino, questo libro racconta una deriva che abbagliandoci con la promessa del benessere ci sta privando della libertà. E grazie a esempi e testimonianze di imprenditori, studiosi, giornalisti, attivisti dei diritti umani spiega invece come la Cina sta lavorando per migliorarsi.
19.50

Principi di economia

publisher: Apogeo

pages: 776

Questo libro è dedicato a corsi universitari di livello introduttivo, nei quali vengono presentati i concetti di base dell'economia. Fin dalla prima edizione il libro si è dimostrato un solido e affidabile strumento didattico, apprezzato da docenti e studenti per la chiarezza di scrittura, il rigore concettuale e, soprattutto, per la capacità di trasmettere i principi fondamentali della teoria economica e dimostrarne, con una intelligente scelta di esempi applicativi, la rilevanza pratica. In questa nuova edizione il testo è stato aggiornato nei riferimenti ai dati macroeconomici; una apposita appendice dà conto della crisi del 2007-2009, dei suoi effetti sull'economia mondiale e delle risposte messe in atto dalle autorità di politica economica.
42.00

Organizzazione aziendale

by Daft Richard L.

publisher: Apogeo

pages: XXII-530

Organization Theory and Design di Richard Daft può essere considerato un vero classico del management: strumento per l'insegna
39.00

Classe dirigente. L'intreccio tra business e politica

publisher: Università Bocconi Editore

pages: 160

Le classi dirigenti hanno una funzione importante nelle nostre società. Rendono possibili obiettivi altrimenti irraggiungibili, rimuovendo gli ostacoli che inibiscono la crescita nel lungo periodo. Ma come si formano? Come vengono selezionate? Gli strumenti dell'economia del lavoro sono molto utili per mettere a fuoco i meccanismi di selezione delle élite, per analizzare il mercato del lavoro dei politici o gli incentivi, i redditi, l'uso del tempo e la struttura delle carriere dei manager. Il libro offre un contributo originale, colma una lacuna in termini di dati oggettivi sull'argomento e mette in luce le molte cose che si possono imparare utilizzando tali dati, sia sul fronte dei politici che dei manager. L'analisi evidenzia quanto le connessioni tra componente politica e manageriale siano forti e come nel tempo similitudini e sovrapposizioni siano aumentate. L'intreccio sempre più stretto tra mondo degli affari e politica può facilmente degenerare in controllo politico che difetta di accountability, cioè di responsabilizzazione. È bene che il ruolo dei manager e quello dei politici rimangano separati.
19.00

Sopravvivere alla crisi. Sette lezioni di vita

by Jacques Attali

publisher: Fazi

pages: 185

"Un giorno o l'altro questa crisi si concluderà, come tutte le altre, lasciando dietro di sé innumerevoli vittime e qualche raro vincitore. Ma ciascuno di noi potrebbe anche uscirne in uno stato di gran lunga migliore di quello con cui ci siamo entrati. Questo a patto di comprenderne la logica e il percorso, di servirsi delle nuove conoscenze accumulate in vari settori, di contare soltanto su se stessi, di prendersi sul serio, di diventare attori del proprio destino e di adottare audaci strategie di sopravvivenza personale. Il mio scopo non è pertanto quello di esporre un programma politico per risolvere questa crisi e tutte quelle che seguiranno, e neppure quello di offrire vaghe generalizzazioni moraleggianti, bensì di suggerire strategie precise e concrete che permettano a ognuno di "cercare uno spiraglio nella sventura" e di sapersi destreggiare tra gli ostacoli che si presenteranno, senza affidarsi ad altri per sopravvivere, per vivere meglio". Dopo aver analizzato il crac del 2008 e le sue cause socioeconomiche nel precedente saggio "La crisi, e poi?", Jacques Attali estende ora la sua riflessione alle fasi cruciali della vita personale e collettiva. In una realtà complessa come quella di oggi, però, diventa sempre più arduo superare le difficoltà che incontriamo nel nostro cammino. Per questo l'autore individua sette principi da applicare, di volta in volta, di fronte alle avversità, siano esse di natura macroeconomica internazionale (la crisi finanziaria) o privata (la fine di un amore).
17.50

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.