Your browser does not support JavaScript!

Sociology

Bellezza e fragilità

by Daniel Mendelsohn

publisher: Neri Pozza

pages: 266

Daniel Mendelsohn, l'autore de "Gli scomparsi", la grande storia di una famiglia ebrea annientata durante l'Olocausto, è un elegante classicista e uno dei critici più temuti e rispettati d'America. In questa nuova opera intraprende una ricognizione dei registi e degli scrittori che influenzano la nostra vita e il nostro mondo, libri e film di grande successo che entrano in ogni casa e vengono visti in migliaia di sale cinematografiche. Opere d'arte e di consumo, raffinati romanzi o prodotti puramente commerciali, da "Amabili resti" di Alice Sebold a "Brokeback Mountain", da "Kill Bill" a "Everyman" di Philip Roth, da Pedro Almodovar a Michael Cunningham, da "Maria Antonietta" di Sofia Coppola a Middlesex di Jeffrey Eugenides, fino a "Le benevole" di Jonathan Littell. Mendelsohn interpreta l'influenza del mondo greco e romano sulla cultura popolare in film come "Troy" e "300", analizza le ambiguità estetiche e politiche di chi impone uno sguardo troppo contemporaneo sui grandi classici, discute il rovinoso effetto del sentimentalismo dopo l'11 settembre e la fondamentale importanza della grande letteratura del passato per una piena comprensione del presente. Ogni testo, ogni film, diventa cosi uno spunto per una riflessione sullo statuto dell'arte e dell'artista, sul rapporto tra bellezza e vita quotidiana, sul ruolo necessario che la creatività e la cultura hanno nella realizzazione e nello sviluppo della società e dei suoi individui.
22.00

Descolarizzare la società. Una società senza scuola è possibile?

by Ivan Illich

publisher: Mimesis

pages: 156

La scuola obbligatoria, la scolarità prolungata, la corsa ai diplomi, l'università di massa: differenti aspetti di quel medesimo falso progresso che consiste nella preparazione di studenti orientati al consumo di programmi scolastici e di merci culturali studiate per imporre il conformismo sociale, l'obbedienza alle sue istituzioni e ai suoi manager. Anche la strutturazione del profilo degli insegnanti, per promuovere una didattica basata sul modello della trasmissione delle conoscenze, ha lasciato l'uomo della società dell'informazione e dei consumi privo di strumenti e ancora più esposto al rischio di una mistificazione strumentale delle sue qualità migliori. A tutto ciò, Ivan lllich aveva opposto la sua visione, una quarantina di anni fa, con un testo che è una pietra miliare del pensiero occidentale alle prese con la grande trasformazione culturale e tecnologica in atto. E con un'idea di scuola ben precisa. Descolarizzare la società vuol dire, per il suo autore, sostituire un'educazione autentica ai rituali dell'educazione di massa per imparare finalmente a vivere attraverso la propria vita e nell'incontro con l'altro. Non sì tratta solo di una rottura radicale e necessaria con un sistema di poteri e di saperi, ma di restituire all'uomo il gusto di inventare, creare e sperimentare la propria vita partecipando alla sfida della vivibilità del pianeta in questo tempo.
14.00

L'invenzione dei giovani

by Jon Savage

publisher: Feltrinelli

pages: 494

I giovani non sono sempre esistiti. Al contrario: sono stati inventati. In America e in Europa, a cavallo tra Ottocento e Novecento, un nuovo attore sociale e un nuovo stile di vita si sono fatti strada in modo prepotente fino a rivoluzionare il costume e la società. Jon Savage racconta questa rivoluzione in un libro che parte dai sogni di ribellione della generazione romantica e attraversa due secoli di fermenti e tormenti, entusiasmi e angosce: Peter Pan e il mito dell'eterna giovinezza, la fondazione dei boy scout, lo shock della Prima guerra mondiale, lo sviluppo di una psicologia dell'adolescenza, la militarizzazione della gioventù nella Germania hitleriana e nell'Italia fascista, la diffusione di nuovi stili musicali dal ragtime allo swing al rock'n'roll, la nascita della pubblicità e di un mercato pronto a sfruttare economicamente i nuovi gusti e la nuova cultura di massa. Fino alla consacrazione definitiva, quando nel giugno 1945 - poche settimane prima dello scoppio della bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki - il "New York Times" annuncia trionfante che "i teenager sono un'invenzione americana". Da quel momento in poi il mondo non sarà più lo stesso. Il futuro sarà dei teenager.
30.00

Il mondo che verrà

publisher: Università Bocconi Editore

Undici capi di Stato. Il segretario generale delle Nazioni Unite e della Nato. Sei primi ministri. Sei ministri degli Esteri e dell'Economia. Il presidente della Banca mondiale e della Federal Reserve americana. I direttori generali del Fondo Monetario, della Fao, del World Food Program. Il capo economista dell'Agenzia internazionale per l'energia. Tre grandi scrittori e tre importanti imprenditori. E oltre quaranta fra i maggiori esperti mondiali di governance politica ed economica, terrorismo, ambiente, energia, diritti umani, proliferazione nucleare, Iran, Africa, Medio Oriente, Pakistan e Afghanistan. Tutti hanno partecipato con interventi originali o interviste esclusive al volume, primo esempio compiuto di dialogo e interazione tra leader politici e società civile, in una logica di nuova diplomazia pubblica. Il risultato è la fotografia più nitida sullo stato del pianeta in una fase in cui appare sempre più diffusa la convinzione che "nulla sarà come prima".
19.00

Atlantide. Un mondo che fa parlare altri mondi

publisher: Guerini e associati

pages: 145

In questo numero: "Sperare in tempo di crisi" di A. Scola; "Come parlare di Dio in Europa" di J. Prades; "Il monastero, luogo della generazione dell'io" di S. Massalongo; "Le radici dell'Occidente" di O. Grassi; "Monachesimo e civiltà occidentale" di R. Stark; "La ragione nel Medioevo" di A. Murray; "Una parola di luce e verità" di B. Sichère; "Il luogo della cultura" di F. Hadjadj; "Contemplazione e/o clonazione?" di M. Borghesi; "l'università di Dio" di E. Berti; "Libertà di religione: una risorsa per tutti" di M. Cartabia; "Individuo e comunità" di P. Carozza; "Veri maestri contro il relativismo educativo" di G. Chiosso; "Ricerca ed educazione" di S. Mantovani; "La vita dell'artista" di L. Doninelli; "Musica e canto" di G. Baroffio; "Uomini alla ricerca" di S. D. Long, Asfa Mahmoud, M. Shevak; "La verità è un fatto nella storia. Egli si è mostrato" di Benedetto XVI; "Istruzioni e Trust Support" si S. Freeman; "Crisi finanziaria e politica economica" di Lewis Alexander; "La certezza, tra fede e scienza" di E. Nelson; "La speranza di un mondo nuovo?" di J. Allen.
15.00

Sulla questione gay. Sarte, Foucault e gli attivisti del Fher in dieci interviste

by Jean Le Bitoux

publisher: Il Saggiatore

pages: 143

Che cos'è per noi l'omosessualità? Sesso clandestino, amore represso, devianza sociale, variante naturale del comportamento um
13.00

Pensionata sarà lei. La donna, la parità, la crisi economica

publisher: Rubbettino

pages: 169

Questo libro vuole essere un'istantanea - un po' sfocata poiché in movimento - dei nostri problemi su differenze di genere, do
12.00

C'era una volta il turismo

by Lavarini Roberto

publisher: Hoepli

Il volume illustra l'evoluzione dei fenomeni turistici dal punto di vista storico, sociale, culturale, senza trascurare la com
17.00

La sociologia di Giddens

by Jean Nizet

publisher: Università Bocconi Editore

pages: 133

Anthony Giddens occupa un posto privilegiato nel panorama della sociologia contemporanea
14.00

Il ritorno dei contadini

by Pérez-Vitoria Silvia

publisher: Jaca Book

pages: 205

Il volume rivisita la storia delle classi contadine e mostra come essa ha saputo preservare, in tutto il mondo, valori di soli
17.00

Sociologia della mediazione

Teorie e pratiche della mediazione di comunità

by Bramanti Donatella

publisher: Franco Angeli

pages: 224

Il volume propone, a fianco di una inedita ricostruzione dei differenti modelli di mediazione oggi maggiormente praticati, l'i
20.50

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.