Your browser does not support JavaScript!
Go to page content

Veronesi. Guida ai migliori difetti e alle peggiori virtù

Veronesi. Guida ai migliori difetti e alle peggiori virtù
title Veronesi. Guida ai migliori difetti e alle peggiori virtù
Author
Collection Luoghi Non Comuni
Publisher Sonda
Format
libro Book
Pages 130
Published on 2007
ISBN 9788871064376
 
Item temporarily out of stock.
Do you wish to be notified when it is available?
11.00
I veronesi sono sicuramente franchi, galli, celti, longobardi, un po' veneti, austroungarici, germani e cimbri con qualche goto ancora presente nel DNA. Ospitali, certo, vista la marea di popoli che nel corso dei secoli continuano a passare da Verona, ma anche un po' diffidenti. Qualche forestiero, turista o emigrato, arriva a insinuare che i veronesi siano addirittura un po' xenofobi. In effetti si mostrano un po' chiusi, introversi e a volte scontrosi, ma a conoscerli bene si scopre invece che sotto la dura scorza del montanaro, del pescatore del lago o del contadino sono davvero un po' "mati". Sarà forse per l'aria del monte Baldo, oppure per i temporali devastanti che arrivano dal Garda, o per la nebbia che confonde e disorienta o ancora per il livello variabile dell'Adige con cui da sempre devono fare i conti. Ma sanno essere anche bonari e accomodanti, epicurei e ironici, grandi lavoratori ed eccellenti venditori anche del mito di città romantica che l'amore tragico di una Capuleti e di un Montecchi ha ispirato. I veronesi vanno presi così. Lo sa bene Tim Parks, lo scrittore inglese che da molti anni vive nei pressi di Verona: o tutto o niente, prendere o lasciare.
 

Enter the code for the download.

Enter the code to activate the service.