Your browser does not support JavaScript!

Le Lettere

Res seniles. Libri 5-8. Testo latino a fronte

by Francesco Petrarca

publisher: Le Lettere

pages: 384

Nell'ambito dell'edizione di tutto Petrarca varata dalla Commissione per l'Edizione Nazionale in occasione del centenario del
35.00

La fede pensata. Padre Ciolini nella Chiesa fiorentina

publisher: Le Lettere

pages: 190

Nella seconda metà del Novecento, mentre il nostro paese viveva la secolarizzazione e la scristianizzazione di massa, a Firenz
18.00

Futurismo e politica

by Francesco Perfetti

publisher: Le Lettere

pages: 78

Il futurismo fu un atteggiamento verso la vita, un modo di porsi nei confronti della società e della civiltà tradizionali. Per questo, più che per motivi dottrinari, ebbe stretti rapporti con la politica. Questo saggio ne ripercorre, anche attraverso la ricostruzione della personalità e la vita di Filippo Tommaso Marinetti, i momenti più significativi: fondazione del Partito politico futurista, interventismo rivoluzionario, "serate futuriste", incontro con il fascismo, polemica contro l'imborghesimento del fascismo e via dicendo. Una prospettiva di lettura storico-politica, e non solo artistica, della straordinaria avventura del futurismo.
9.50

Carteggio Leopardi-Colletta. Con tre lettere inedite di Giacomo Leopardi

publisher: Le Lettere

pages: 114

Questa edizione del Carteggio Leopardi-Colletta comprende venti lettere, nove di Giacomo Leopardi (di cui tre fino ad oggi ine
24.00
13.00

La lingua russa del 2000. Vol. 3: Le forme verbali dell'italiano e del russo. Problemi di interpretazione e di traduzione.

Le forme verbali dell'italiano e del russo. Problemi di interpretazione e di traduzione

publisher: Le Lettere

pages: 142

Con "La lingua russa del 2000" le autrici propongono un approccio insolito allo studio della lingua
19.50

Monarchia

by Dante Alighieri

publisher: Le Lettere

pages: 442

La nuova Edizione Nazionale della Monarchia, curata da Prue Shaw per la Società Dantesca Italiana, sostituisce l'edizione del 1965 curata da Pier Giorgio Ricci. Questa nuova edizione critica, basata sulla collazione integrale di tutta la tradizione manoscritta conosciuta fino ad oggi, aggiorna e in parte modifica l'edizione Ricci in alcuni importanti aspetti: la Shaw aggiunge lo spoglio di due manoscritti scoperti dopo il 1965 - il manoscritto di Uppsala (P133 della Biblioteca Carolina Rediviva) e il manoscritto Phillips. La curatrice giunge a stabilire, dopo un'analisi scientificamente accurata e argomentata, nuove relazioni tra le famiglie di manoscritti, dimostrando che la tradizione manoscritta della Monarchia è rappresentata con uno stemma codicum a tre rami, di contro a quello ipotizzato dal Ricci a due rami. Una delle prime conseguenze è l'emendamento di circa 40 luoghi rispetto all'edizione del 1965. A supporto di questa nuova analisi la presente edizione fornisce la Monarchia di un apparato critico completo che rappresenta per la prima volta l'intera tradizione dell'opera dantesca.
80.00

Con D'Annunzio alla Capponcina

by Palmerio Benigno

publisher: Le Lettere

pages: 270

Nelle pagine di questo testo da tempo assente in libreria, di piacevolissima lettura oltre che di grande valore documentario,
32.00

L'epurazione antifascista nei licei. Cronache di una controversa «ricostruzione»

by Simoncelli Paolo

publisher: Le Lettere

pages: 376

Il volume affronta il conto da saldare all'alta cultura italiana espressasi durante il fascismo nelle due Accademie, d'Italia
35.00

Le bocche inutili

by Simone de Beauvoir

publisher: Le Lettere

pages: 216

Questo volume ospita la traduzione italiana dell'unica opera teatrale di Simone de Beauvoir, "Les bouches inutiles" (1945). Le "bocche inutili" sono le donne, i bambini, i vecchi, i malati, i pazzi, espulsi dalle città assediate e abbandonati al nemico allo scopo di garantire cibo per chi aveva la forza fisica di difendere quelle città con le armi. La problematica è presentata e discussa nei termini del pensiero esistenzialista in un dramma medievale che assomma le infinite tragedie di "bocche inutili" nella storia. Il distacco temporale doveva permettere alla de Beauvoir di evadere la censura vigente nella Parigi dell'occupazione nazista. Ma la fame appartiene anche al vissuto della scrittrice, come le "bocche inutili" appartengono al contesto della Seconda Guerra Mondiale in cui donne incinte, bambini, vecchi, malati, pazzi vengono emarginati e sterminati nei campi di concentramento.
16.50

La documentazione e la scuola di qualità

by Elisa Gori

publisher: Le Lettere

pages: 244

Il consapevole utilizzo dei flussi documentari, la creazione di banche dati funzionali, la gestione di archivi storici e la capacità di lavorare in rete diventano oggi elementi centrali per la scuola che voglia adempiere al suo compito con qualità ed essere una istituzione che apprende dalla propria esperienza. La documentazione concerne non soltanto i risultati, ma anche i processi e il loro svolgersi nel tempo. Cessa di essere una produzione di atti amministrativi e giuridici da conservare, e diviene, anche e soprattutto, risorsa della scuola, da usare per fare scuola. Il volume, con il contributo di archivisti, di documentalisti, di storici dell'educazione, di giuristi, di esperti di didattica e di gestione scolastica mostra le principali problematiche e illustra le procedure più aggiornate. Allegato al volume un cd con tutta la normativa vigente sui compiti delle scuole per i propri archivi storici.
28.00

Il bianco, il nero, il colore. Cinema dell'impero britannico e delle sue ex-colonie, 1929-1972

by Armando Pajalich

publisher: Le Lettere

pages: 294

Una ricostruzione della storia del cinema imperiale e post-imperiale anglofono e dei suoi rapporti con la letteratura e con la storia dell'epoca, che mette a fuoco il tema dell'incontro fra il bianco (occidentale) e il nero (indiano, africano, aborigeno). Negli ultimi decenni dell'Impero Britannico, il cinema mostra l'altra faccia, umanitaria e assistenziale, dell'egemonia bianca (La Grande Pioggia, Narciso Nero, Il Fiume) e vede l'arrivo di grandissimi maestri (Zoltan Korda, Jean Renoir) che scardinarono la funzione propagandista del cinema imperiale. Nel frattempo nascono i grandi romanzi coloniali, molti dei quali vennero riversati su pellicola: "Piangi mio amato paese", "Guide", "Walkabout". I film vengono analizzati nelle loro estetiche non prive di razzismo e propaganda o, successivamente, di nazionalismi o di una dissacrante critica dell'Occidente, fino a denunciare il neo-imperialismo americano.
25.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes outlined in the cookie policy.
If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy.
By closing this warning, browsing this page, clicking on a link or continuing to browse otherwise, you consent to the use of cookies.

I Agree