Your browser does not support JavaScript!

Liguori

Insicurezza e criminalità. Psicologia sociale della paura del crimine

publisher: Liguori

pages: 133

Nell'Occidente industrializzato le persone che temono di cadere vittima di un crimine sono assai numerose. Il loro timore appare sovente sproporzionato rispetto al rischio che esse corrono effettivamente: inoltre, le persone più spaventate (le donne e gli anziani) sono tipicamente quelle che appartengono ai gruppi meno a rischio. Da che cosa dipendono questi sorprendenti risultati? E, in senso più generale, quali esperienze di vita, quali caratteristiche personali e contestuali promuovono la paura del crimine delle persone? Quali possono essere le conseguenze negative di una eccessiva paura del crimine, a livello individuale e a livello collettivo? Come è possibile aiutare le persone e le comunità a sentirsi più sicure? Il volume risponde a queste domande in modo chiaro e rigoroso, basando le proprie argomentazioni sulla letteratura italiana e internazionale pubblicata sul tema.
14.99

Translating tourist texts from italian to english as a foreign language

by Dominic Stewart

publisher: Liguori

pages: 144

Questo volume, scritto in lingua inglese, si occupa della traduzione di testi turistici dall'italiano all'inglese: i destinatari sono studenti universitari di lingua inglese o di traduzione che hanno già raggiunto il livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Il volume costituisce una novità nel panorama editoriale in quanto si occupa esclusivamente di traduzione verso la lingua straniera, direzionalità che comporta problematiche molto diverse rispetto alla traduzione verso la lingua madre. Le 15 unità traduttive sono corredate da testi da tradurre, ciascuno accompagnato da una proposta di traduzione e da una discussione volutamente "user-friendly" di aspetti inerenti al processo traduttivo. Gli spunti di discussione provengono da soluzioni traduttive, sia corrette che sbagliate, proposte da studenti universitari di lingua e traduzione inglese iscritti a corsi di laurea magistrale. Il capitolo introduttivo, di carattere discorsivo-teorico, è seguito dalle unità traduttive che sono di impronta fortemente linguistica: viene incentivato l'utilizzo di risorse accessibili online come corpora elettronici (in primo luogo il British National Corpus), archivi di quotidiani in lingua inglese e dizionari elettronici sia bilingui che monolingui.
15.99

Grandi madri mediali. Archetipi dell'immaginario collettivo nel fumetto e nel cinema d'animazione

by Roberta Bartoletti

publisher: Liguori

pages: 132

Le Grandi Madri sono figure arcaiche e archetipiche, ricorrenti dai tempi più remoti seppur sempre rinnovate, capaci di esprimere significati profondi della vita umana sulla terra, a tratti ineffabili e terribili. L'autrice osserva la loro apparizione nell'immaginario mediale contemporaneo, e si chiede se esse siano ancora capaci di dare un linguaggio all'esperienza, come riusciva alle immagini del mito e delle fiabe popolari, e se possano essere considerate figure di rilievo per la vita simbolica e immaginativa dei consumatori mediali contemporanei. Terribili supereroine mutanti del fumetto nordamericano, o più ambivalenti figure di grandi e piccole madri prodotte dall'immaginazione di Hayao Miyazaki riescono forse ancora oggi a esprimere il senso segreto della vita come ciclo continuo di nascita, morte e rigenerazione, con cui la cultura e la natura umana da sempre si sono dovute confrontare.
19.99

Sul modernismo italiano

publisher: Liguori

pages: 280

24.49

Cinema a passo romano. Trent'anni di fascismo sullo schermo (1934-1963)

publisher: Liguori

pages: XIV-381

Gli studi raccolti nel presente volume costituiscono un'ottima occasione per rifare il punto, sia pure in maniera provvisoria,
32.49

La verità sospesa. Ragionevolezza e irragionevolezza nella filosofia politica di John Rawls

by Roberta Sala

publisher: Liguori

pages: 256

Può la riflessione filosofico-politica fare a meno della verità? Ammesso che il suo scopo sia pratico, e i suoi sforzi indirizzati alla composizione dei conflitti all'interno della società, è possibile sospendere la verità assumendo al suo posto la ragionevolezza? Basta un'idea del politicamente ragionevole per gli scopi del liberalismo politico? Sono questi gli interrogativi di partenza con cui accostarsi alla 'svolta politica' impressa da Rawls alla sua riflessione sulla giustizia, culminata con "Liberalismo politico". Tesi di fondo di questo lavoro è che, oltre Rawls, occorra ripensare la nozione di ragionevolezza e, per contrasto, di irragionevolezza; in particolare, va rivista la categoria di "irragionevoli'' onde prendere maggiormente sul serio la varietà dei resoconti di verità che abitano la società 'reale'. Ne deriva che non c'è solo il consenso per intersezione alla base della convivenza pacifica e stabile, unica alternativa per Rawls alla precarietà del modus vivendi; può darsi invece una modalità pacifica e stabile di partecipazione all'impresa cooperativa nel segno di uno stabile modus vivendi, che si rende disponibile per i "non-ragionevoli", per coloro, cioè, che non fanno propri gli standard della ragione pubblica, che non condividono i fondamenti della società liberale ma che non rappresentano per ciò stesso una minaccia all'ordine e alla stabilità.
25.99

Ripensare la televisione. Pratiche dello sguardo tra sistemi di rappresentazione e verità

by Enzo Papetti

publisher: Liguori

pages: 282

"Un lavoro che è insieme una novità e una eccezione. È nuovo perché per trovare una stessa profonda interrogazione sul senso del piccolo schermo, bisogna risalire alle prime riflessioni compiute da chi in Italia si pose per primo la domanda su quale fossero gli orizzonti espressivi che l'avvento della televisione stava aprendo al di là dell'arte, del teatro e del cinema. In questo senso il lavoro di Papetti, nel suo tornare a interrogarsi su questioni fondative compensa un vuoto di riflessione e ci dice cose che avremmo dovuto capire da tempo. È un'eccezione perché nel panorama di studi sui linguaggi televisivi e sulla loro egemonia mediática e sociale tardo-novecentesca sono andati prevalendo stili, metodi e sensibilità che poco o nulla hanno a che vedere con la scelta qui compiuta dall'autore." (dalla presentazione di Alberto Abruzzese)
26.99

Raccontare l'altro. L'Oriente islamico nella novella italiana da Boccaccio a Bandello

by Raffaele Girardi

publisher: Liguori

pages: 176

In un Mediterraneo-crocevia, metafora di un dilemma complesso, una sindrome della frontiera, del confine oscuro, si misura con il bisogno del varco, con la spinta storicamente ineluttabile allo sconfinamento, all'apertura coraggiosa verso una "meraviglia" ignota. Alla tradizione novellistica - dal Novellino a Bandello, passando per il laico ecumenismo di Boccaccio e dei suoi epigoni - è toccato tener vivo, in antagonismo con la tradizione esemplare, il senso multiforme di un tale confronto-dilemma, facendone una dialettica di civiltà. I vari modi di costruire l'immagine dell'Altro sono infatti figure perturbanti di uno specchio che rimanda in Occidente incertezze morali e dubbi conoscitivi tutti interni alla coscienza cristiana.
19.99

Solo l'amore salva

by Mastrodomenico Lucia

publisher: Liguori

pages: 97

La scommessa è che la rilevanza culturale e politica della differenza sessuale non sia più patrimonio di alcune, ma entri in c
14.99

La poesia d'amore nei «Carmina Burana»

by Armando Bisanti

publisher: Liguori

pages: 214

Un prezioso libro dedicato all'amore nel Medioevo. I "Carmina Burana" si prestano, per vastità e varietà, a percorsi di lettura pressoché infiniti. Entro il complesso genere della poesia amorosa sono analizzati, tradotti e spiegati alcuni Carmina nella loro fìtta rete di allusioni, riferimenti e suggestioni, attinti ad elementi e auctores della tradizione classica (Ovidio soprattutto) che provocano interessanti rielaborazioni e riscritture unite al linguaggio della poesia cristiana e del testo biblico (in particolare il Cantico dei Cantici). Una tensione poetica che genera considerazioni circa i rapporti con la coeva produzione letteraria d'amore in volgare. Un quadro generale della poesia d'amore mediolatina e della fortuna di Ovidio fra XII e XIII secolo. Questioni di metodo e indagini critiche fanno il punto su questo fondamentale momento della poesia del Medioevo.
24.99

Figli interi, figli condivisi. Storie vere, riflessioni e punti di vista fra teoria, vita familiare e progetto

publisher: Liguori

pages: IX-148

Questo libro non parla di "storie felici" e nemmeno di modelli ideali bensì d'incomprensioni e di difficoltà, di sofferenza e
18.49

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.