Your browser does not support JavaScript!
Go to page content

Prospettiva

12.00

1917. Perché stare con la rivoluzione e contro il bolscevismo

by Piero Neri

publisher: Prospettiva

pages: 106

Possibile che l'Ottobre '17 sia passato alla storia come una rivoluzione (che tale non era) e invece siano state dimenticate le giornate dell'irruzione rivoluzionaria del febbraio? Perché il bolscevismo che è stato sempre identificato con la rivoluzione affogò nel sangue la Comune socialista e rivoluzionaria di Kronstadt nel 1921? Una riflessione fuori dagli schemi tradizionali su quell'anno fatidico ma anche sui "nostri ultimi 90 anni", sulle ragioni e le responsabilità di paradossi, rimozioni e mistificazioni della memoria e della storia. Per provare a riscoprire le speranze dei tanti anonimi protagonisti della rivoluzione russa.
10.00

L'abitare

by Barbara Spampinato

publisher: Prospettiva

pages: 106

Da sempre la specie umana ha inventato abitazioni scegliendo sapientemente luoghi, materiali e modalità costruttive. Abbiamo abitato i più diversi ambienti naturali e per lungo tempo lo abbiamo fatto liberamente e comunemente, ricercando e realizzando la bellezza non meno che la funzionalità, esprimendo il gusto non meno che le capacità tecniche. Quando e dove poteri coercitivi si sono arrogati il diritto di decidere il chi, il come e il dove abitare questa nostra capacità è stata mortificata e costretta fino ad arrivare all'attuale emergenza abitativa in ampie zone del pianeta. Ma gli Stati e i loro interventi devastanti possono essere contrastati ed è possibile, anzi urgente, rinnovare la nostra capacità inventiva per abitare meglio la natura e vivere meglio tra simili, donne e uomini, gruppi, comunità. Barbara Spampinato (Firenze 1969), architetta, è vicedirettora del quindicinale "La Comune", fa parte del Comitato di redazione della rivista "utopia socialista" e del team di antropologia di Utopia socialista. Ha pubblicato per Prospettiva Edizioni "Critica di ogni giorno. La vita nel sistema" (1997).
10.00

L'antropologia

by Giovanni Pacini

publisher: Prospettiva

pages: 105

Come vive la specie umana in ogni tempo e in ogni luogo: l'antropologia studia le svariate espressioni di una unica specie, la nostra, e ne compone un archivio vivo e mai definitivo. Le principati correnti antropologiche hanno privilegiato la ricerca delle cause e dei fatti con la pretesa di interpretare "scientificamente" l'umanità, riducendola spesso a mero oggetto di studio. Ma è possibile un punto di vista più autenticamente umano, che non rimuova né le cause né i fatti ma dia priorità ai soggetti, cioè alle donne e agli uomini che operano sempre e ovunque delle scelte. Uno sguardo antropologico caldo e benefico può contribuire anche alla ricerca di una vita comune migliore per tutti.
10.00

Gli eroi di Varsavia. Resistenza e rivolta nel ghetto (1939-1943)

by Fabio Beltrame

publisher: Prospettiva

pages: 134

L 'eroica rivolta del ghetto di Varsavia fu la più importante azione di resistenza avvenuta nella seconda metà del 1942 in Polonia, quando la maggior parte dette comunità ebraiche erano state ormai decimate e i sopravvissuti erano stremati dall'orrore e dalla fame. Seppure nella drammatica emergenza del vivere o morire, quella di Varsavia non si tradusse in una mera ribellione alla violenza bruta nazista e non fu solo difesa estrema della vita. L'esistenza di una capillare rete di mutuo soccorso e di numerose attività culturali e formative era ed è la testimonianza dell'anelito vitale ed affermativo che in essa si esprimeva. Fu la prima rivolta urbana armata contro gli occupanti nazisti e la sua eco si diffuse in tutto il resto d'Europa.
15.00

Il socialismo universale

by Francesca Fabeni

publisher: Prospettiva

pages: 101

Partire dalle donne e dagli uomini, dalla realtà umana e dalle potenzialità di miglioramento, dalle tensioni affermative che universalmente ci accomunano per svolgerle e realizzarle in una prospettiva di bene comune: così il socialismo può essere concepito e fondato come universale sin dalle sue scaturigini e fino alle conseguenze e agli esiti possibili. Il socialismo universale è un'idea pensabile, vivibile e credibile e può essere motivo intenso di lotta, di impegno e di esperimento, fattore evocativo di cambiamento e di reinvenzione, principio di ricerca e di comunanza.
10.00

Brigate rosse: nel cuore della Stato

by Renato Scarola

publisher: Prospettiva

pages: 155

Gli anni Settanta vengono chiamati correntemente "anni di piombo"; ma è giusto ridurre a questa definizione una fase così ricca di movimenti, lotte e speranze? In realtà il peso e l'influenza delle Brigate rosse è stata sovente ingigantita, da molti in modo interessato. L'operato reazionario delle Br è stato estraneo e contrapposto ai movimenti e alle loro speranze. Le Br si sono fondate su criteri, valori, paradigmi politici speculari al potere che dichiaravano di voler combattere. Si tratta quindi di smontare l'interpretazione corrente di quelle vicende basate sullo schema dello scontro tra democrazia e terrorismo. Come interpretare le convergenze tra brigatisti e servizi segreti dello Stato, particolarmente evidenti nella vicenda del "caso Moro"? D'altra parte le gesta delle Br sono state utilizzate dal potere statale per normalizzare i movimenti. Dopo gli omicidi di Biagi e D'Antona si può affermare che questa esperienza è finita?
17.00

Profilo storico di un impegno originale. Cronologia dalla Lsr a Sr

publisher: Prospettiva

pages: 240

È la storia di Socialismo rivoluzionario, dei suoi antecedenti, la Lega socialista rivoluzionaria, e della corrente di pensiero che ha animato, Utopia socialista. La vicenda soggettiva si interseca con le vicende storiche a cavallo di due secoli: i grandi avvenimenti, le speranze della specie e i processi rivoluzionari sono più di uno sfondo su cui si muovono i protagonisti. È una storia aperta, viva e ispirata dal futuro; un percorso originale e trasgressivo, di affermazione e di costruzione. In un racconto a più voci, gli autori e le autrici, fondatori o impegnati da decenni con Sr, restituiscono anche attraverso le loro differenti personalità e contributi, uno sguardo d'assieme su quarant'anni di un progetto collettivo. Un passato che qualifica e motiva una realtà presente e dinamica.
20.00

L'enciclopedismo. Le illusioni della ragione trionfante

by Francesco Pintore

publisher: Prospettiva

pages: 91

Francia, 1700: nasce la più importante corrente razionalista nella storia del pensiero, l'Illuminismo. Una grande opera ne diventa simbolo: l'Enciclopedia, ovvero il tentativo di raccogliere in migliaia di voci tutte le conoscenze umane. Questo progetto ha implicato grandi presumzioni, cioè che la Ragione possa sapere e spiegare tutto o che la Storia segua un progresso inarrestabile incarnato massimamente dallo Stato e dalla Politica. E grandi prepotenze, come ritenere i sentimenti subordinati alla ragione, il genere femminile a quello maschile. Questo saggio prova, con rispetto ma senza omissioni critiche, a svelare gli ostacoli che l'enciclopedismo ha posto alla ricerca umana della propria potenziale interezza.
12.00

L'origine femminile dell'umanità. Dialoghi, lezioni, articoli

publisher: Prospettiva

pages: 240

L'origine femminile dell'umanità, riconosciuta dagli antichi e negata dal patriarcato, può essere riscoperta e teorizzata a vantaggio dell'intera specie. Perché le donne vengono prima: lo dicono le scienze biologiche e cognitive, lo testimonia la vicenda di ciascuno, lo conferma la quotidianità. Dialoghi, lezioni, articoli sul tema riprendendo spunti antropologici dalle origini della specie umana a oggi.
20.00

Fondamenti di un umanesimo socialista

by Dario Renzi

publisher: Prospettiva

pages: 592

"Quest'opera tenta di delineare alcune coordinate per una comprensione della condizione umana, definendo possibili scelte per vivere meglio tramite un impegno autoemancipatorio. È un tentativo imperniato sulla soggettività, sia perché riguarda lo studio delle soggettività umane sia perché ne prospetta uno sviluppo affidato innanzitutto alla soggettività cosciente. Bisogna provarsi a disegnare un'architettura teorica d'assieme per una scelta possibile di liberazione in chiave universale, perché ne sentiamo il bisogno e perché gli edifici esistenti appaiono del tutto insufficienti se non dannosi al riguardo. Il tentativo di spiegare la logica di affermazione positiva comporta quindi una negazione intransigente dei sistemi oppressivi contro cui è indispensabile lottare, ma anche una critica stringente alle teorie del cambiamento che per inerzia continuano a prevalere. Per definizione quest'opera si rivolge a numerose persone, ed in special modo a coloro che cercano attivamente il miglioramento assieme al prossimo e avvertono l'imperiosa esigenza di delineare nuovi e più profondi valori per cui impegnarsi".
40.00

Enter the code for the download.

Enter the code to activate the service.