Your browser does not support JavaScript!
Go to page content

Egea: Cultura e società

50 cose che hanno fatto l'economia moderna

by Tim Harford

publisher: Egea

pages: 298

Ogni invenzione ci racconta una storia, che non riguarda solo l'ingegnosità umana, ma anche i sistemi invisibili che ci circon
25.90

Extra Media. Immaginario collettivo e nuove leadership mediatiche

publisher: Egea

pages: 100

Il mass media non c'è più
15.00

Parole e potere. Libertà d'espressione, hate speech e fake news

publisher: Egea

pages: 152

Quali sono le sfide che l'esercizio su internet di alcune libertà fondamentali, e in primo luogo la libertà di espressione, po
17.00

Altre Afriche. Racconti di paesi sempre più vicini

by Andrea De Georgio

publisher: Egea

pages: 146

"Il nostro futuro di europei dipende dall'Africa
16.00

Crescere! Un manifesto in dodici mosse

publisher: Egea

pages: 179

Vero e proprio manifesto della crescita, con la sua coralità di interventi, il libro disegna - da punti di vista diversi e com
24.00

Benvenuti in Inghilterra. Istruzioni per l'uso ai tempi della Brexit

by De Fraja Gianni

publisher: Egea

pages: 154

Per capire la Brexit è necessario conoscere chi ha votato per questo «gran rifiuto», indifferente ai danni profondi che la naz
16.50

Al passo col futuro. Come sopravvivere all'imprevedibile accelerazione del mondo

publisher: Egea

pages: 250

Oggi il mondo è più complesso e volatile che in qualsiasi altro periodo della storia
25.00

# letturasenzafine. Il futuro del testo nell'era social

by Paolo Costa

publisher: Egea

pages: 150

Che fine fa la lettura nell'era del web e dei social network? 0, meglio, che fine ha la lettura in un'epoca dominata dalle tec
18.00

Il mondo dato. Cinque brevi lezioni di filosofia digitale

by Cosimo Accoto

publisher: Egea

pages: 142

Spazio, tempo, esperienza, soggettività, apprendimento, legge, sovranità, realtà: in un mondo in cui sembra che tutto sia destinato a diventare programmabile e in un'epoca che pare segnata dal dominio del codice software, dei sensori, dei dati, degli algoritmi, dell'intelligenza artificiale e delle piattaforme, anche i grandi temi della filosofia sono oggetto di ripensamento. Grande merito del libro è da un lato presentare per la prima volta al lettore italiano le frontiere più avanzate, a livello internazionale, del pensiero e della filosofia digitale, dall'altro riuscire a farlo non solo in maniera semplice e sintetica ma soprattutto con un approccio nuovo, che di questi concetti indaga impatti tecnologici e ricadute strategiche per lo sviluppo di business -digitali, algoritmici e artificiali - sempre più innovativi.
18.00

Food porn. L'ossessione del cibo in TV e nei social media

by Stagi Luisa

publisher: Egea

pages: 149

L'ossessione per la cucina, per gli stili alimentari, per l'estetica dei dolci si è diffusa in una società dove, paradossalmen
16.00

Il marchio della paura. Immagini, consumi e branding della guerra all'occidente

by Nello Barile

publisher: Egea

pages: 171

Il terrorismo si è trasformato oggi in un vero e proprio brand, modificando i suoi linguaggi e lo stile con cui comunicava la sua "missione". Si è rifatto l'immagine e ha adottato le tecniche più innovative della comunicazione visuale, dalla grafica alla post-produzione, assoldando tra le sue file soggetti provenienti dalla classe creativa e dalle sottoculture, in particolare dalle scene hip hop delle metropoli europee, con tanto di tatuaggi e di stili di vita problematici. Nell'epidemia di diffusione del nuovo terrorismo un aspetto decisivo è la centralità del consumo. Se è vero che l'Occidente è ovunque, più che dalla forma universale del diritto esso è rappresentato infatti dalla forma globale del consumo. Essendo quest'ultimo la dimensione superficiale attraverso cui i terroristi possono interagire con i valori profondi delle società democratiche occidentali (la libertà che diventa libertà di consumare), essi mirano a colpire i luoghi del divertimento e del loisir: non solo per suscitare più clamore, ma anche per recidere il doppio legame che li rende dipendenti da quel mondo.
18.00

Lettere dal futuro. Generazioni di imprenditori si raccontano

publisher: Egea

pages: 183

"Salire sulle spalle di giganti" avrebbe potuto essere il titolo di questo libro. Perché non è facile per le generazioni successive prendere in mano le redini dell'azienda e proseguire nel solco della tradizione imprenditoriale di famiglia. Eppure le lettere di questo libro testimoniano che quello che fa grande il capitalismo familiare italiano è la capacità di continuare a generare e tramandare lo spirito imprenditoriale. Questo non vuol dire che non si compiano errori, che non ci siano attriti in famiglia, che a volte non sia necessario cercare appoggi all'esterno. Anzi. Ma spesso questo nostro capitalismo familiare ha la grande capacità di reagire, di fare di più e meglio. Non ci sono regole e precetti che possano essere applicati in maniera indistinta a tutte le imprese familiari, ma queste lettere contengono spunti interessanti su come realizzare in modo efficace la transizione nella gestione dell'azienda o del patrimonio familiare, su strategie e azioni per garantire il futuro dell'impresa. Sui valori che devono essere alla base di ogni attività. Certo, gli esempi riportati nel libro riguardano un'anomalia, un gruppo fortunato ma decisamente minoritario di aziende ben gestite, sopravvissute a periodi di crisi, che oggi crescono, investono e guardano al futuro senza ansia. Ma, in un paese in declino strutturale come l'Italia, abbiamo da imparare da queste imprese se vogliamo che "l'anomalia" si allarghi. Presentazione di Elena Zambon.
24.00

Enter the code for the download.

Enter the code to activate the service.