Your browser does not support JavaScript!

Garzanti Libri: I grandi libri

Il diavolo in corpo-Il ballo del conte d'Orgel

by Raymond Radiguet

publisher: Garzanti Libri

pages: 210

Enfant prodige, poeta delicato, Radiguet muore a vent'anni dopo essere stato uno dei protagonisti della bohème parigina del pr
7.50

I colloqui

by Erasmo da Rotterdam

publisher: Garzanti Libri

pages: 528

"I colloqui" raccolgono una quarantina di dialoghi del grande umanista di Rotterdam
14.00

Gente di Dublino

by James Joyce

publisher: Garzanti Libri

pages: 243

Tra il 1904 e il 1905, mentre è in esilio volontario sul continente, Joyce scrive i quindici racconti di "Gente di Dublino" ch
7.50

Bel-Ami

by Guy de Maupassant

publisher: Garzanti Libri

pages: 344

Nella Parigi della Belle, Époque, Georges Duroy, detto Bei-Ami, sogna l'ascesa sociale
8.50

Il giornalino di Gian Burrasca

by Vamba

publisher: Garzanti Libri

pages: 276

Il personaggio di Gian Burrasca, al secolo Giannino Stoppani, vede la luce sulle pagine del "Giornalino della Domenica", fonda
10.00

Le poesie. Testo latino a fronte

by G. Valerio Catullo

publisher: Garzanti Libri

pages: 404

Scandalosa e insieme profondamente drammatica, l'opera di Catullo - vissuto probabilmente tra l'85 e il 55 a
10.00

Le avventure pastorali di Dafni e Cloe. Testo greco a fronte

by Sofista Longo

publisher: Garzanti Libri

pages: 202

Composto tra II e III secolo d
9.00

Lirici greci. Testo greco a fronte

publisher: Garzanti Libri

pages: 407

Dopo la stagione epica e prima della grande età del dramma, la Grecia conosce il fiorire di un altro genere letterario, convenzionalmente noto con il nome di lirica. Tra i secoli VII e VI, la sua mappa geografica si estende dall'Asia alle isole dell'Egeo, fino alla Sicilia. La tradizione della lirica, come già quella dell'epica, è orale; ne discendono caratteri stilistici peculiari: periodi brevi, immediatezza espressiva, uso frequente di immagini e metafore. Il repertorio dei temi è vastissimo e porta il sigillo della concreta esperienza soggettiva, reale o intellettuale, fisica o psicologica.
12.00

La tempesta. Testo inglese a fronte

by William Shakespeare

publisher: Garzanti Libri

pages: 245

Ultimo capolavoro del poeta, forse il più personale dei drammi di Shakespeare, "La tempesta" è pervaso da una visione rassegnata e insieme serena della vita. Sulla magica isola di Prospero, fantasia e realtà si compongono in un mondo dove il dolore e la violenza sono presenti ma esorcizzati da grazia e saggezza. Opera ricca e problematica, densa e polivalente, nella quale il distacco dalle passioni della vita e la perdita di illusioni permette "di comprendere molto e di accettare il resto", sfugge a ogni definizione che ne riduca il valore o ne attenui lo spessore. Introduzione di Nemi D'Agostino.
9.00

Re Lear. Testo inglese a fronte

by William Shakespeare

publisher: Garzanti Libri

pages: 324

Se la violenza e il potere sono i più evidenti tra i temi del "Re Lear" in cui sembrano rispecchiarsi le situazioni storiche e politiche del Novecento, non c'è invero momento o aspetto dell'opera che non si presti a una "lettura" in chiave di sentimenti e situazioni morali propri della nostra storia. Tutto ciò che lacera la nostra coscienza, tutti i segni delle nostre contraddizioni e nevrosi e terrori, tutti i lineamenti di questa "età dell'ansia", trovano qui una drammatica prefigurazione, tanto più efficace e dolorosa in quanto espressa in un linguaggio che riproduce, con la sua mescolanza continua di tragico e comico, quelle contraddizioni e ironie della realtà che hanno dato origine al teatro dell'assurdo.
9.00

Otello. Testo inglese a fronte

by William Shakespeare

publisher: Garzanti Libri

pages: 299

Rappresentato per la prima volta nel 1604, Otello è la tragedia della gelosia: mostro che avvelena la mente e il cuore, creato
9.00

Il mercante di Venezia. Testo inglese a fronte

by William Shakespeare

publisher: Garzanti Libri

pages: 294

Una Venezia cosmopolita ma già offuscata dalle sinistre ombre della discriminazione etnica e religiosa, fa da sfondo a una storia incrinata dal male, dal disgusto, dalla percezione che i rapporti umani siano solo violenza e inganno. La tragedia, andata in scena per la prima volta nel 1596, ruota intorno a uno scellerato contratto e alla sua macabra penale: quello stipulato tra Antonio, mercante veneziano in cerca di denaro per aiutare l'amico Bassanio a corteggiare degnamente la ricca Porzia, e l'usuraio ebreo Shylock, che pretende come obbligazione, se la somma non verrà pagata, il diritto di prendere una libbra di carne dal corpo di Antonio. In questo mondo dominato dal potere del denaro, dove il corpo è merce non meno della vile moneta, troneggia l'ambigua figura di Shylock, possente rappresentazione di un uomo che è al tempo stesso tiranno e vittima, sacrificante e sacrificato, aberrante nella crudeltà e tenerissimo nel dolore di chi si vedrà infine costretto a rinunciare al proprio credo e alla propria cultura. Introduzione di Nemi D'Agostino.
9.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.