Your browser does not support JavaScript!

Jaca Book: Arte

new

Le vie dell'iconografia cristiana. Antichità e Medioevo

by André Grabar

publisher: Jaca Book

pages: 392

Quest'opera, la prima del suo genere, rimasta per molti versi insuperata, ci offre una veduta d'insieme di un millennio di art
38.00

Spazio sacro e iconografia

publisher: Jaca Book

pages: 232

Il rapporto tra arte e architettura, nel contesto dello spazio liturgico cattolico, infiamma il dibattito tra architetti, arti
25.00

L'Annunciazione nell'arte d'Oriente e d'Occidente

publisher: Jaca Book

pages: 168

L'Annunciazione a Maria non è l'unica annunciazione riportata dalla Bibbia, ma è senza dubbio quella che ha conosciuto una for
20.00

Arte e cultura fra classicismo e lumi. omaggio a Winckelmann

publisher: Jaca Book

pages: 654

Nel 1779 si pubblicò a Milano la prima traduzione italiana di "Geschichte der Kunst des Alterthums", ossia la "Storia delle ar
40.00
26.00

Scongiurare la paura. La forza politica delle immagini

by Patrick Boucheron

publisher: Jaca Book

pages: 205

"Forse non ne conoscete il nome, ma probabilmente l'avete già visto
22.00

La storia vegetalizzata. Il duplice messaggio dell'Ara Pacis

by Gilles Sauron

publisher: Jaca Book

pages: 254

Concepire un'arte ornamentale proclamando, allo stesso tempo, l'intangibilità delle leggi della natura insieme con l'inconteni
40.00

Il Monumentale di Milano. Un museo a cielo aperto

publisher: Jaca Book

pages: 247

Amici del Monumentale di Milano è un'associazione senza fini di lucro nata nel 2013
18.00

Artisti stranieri a Roma nel '500. Il decoro di Palazzo Ricci-Sacchetti

by Nicole Dacos

publisher: Jaca Book

pages: 109

A metà del XVI secolo il cardinale Ricci si avventurò in un'impresa impegnativa; volle far decorare con una magnifica serie di affreschi il palazzo di proprietà della sua famiglia, che fu poi dei Sacchetti, ubicato in Via Giulia, a Roma. Il salone fu realizzato da uno dei più famosi artisti di quei tempi e, per quasi tutte le altre sale, venne retribuito principalmente un giovane francese che si affermò poi come grande scultore a Parigi. Gli affreschi, però, rivelano molte mani diverse, e non possono quindi essere opera sua. Una studiosa di fama, la professoressa Nicole Dacos, si è resa conto che il francese dovette limitarsi a fornire gli schemi dei fregi e a eseguirne gli stucchi mentre le pitture furono affidate a diversi principianti venuti pure dall'estero per imparare l'arte italiana, e diventati più tardi quasi tutti celebri. Il palazzo si presenta a noi, oggi, come un tesoro ritrovato, prezioso esempio della pittura manierista. Il lavoro che ora presentiamo si caratterizza come un resoconto colto, e tuttavia vivo, di quella vicenda. In questo volume l'autrice esplora i diversi cicli pittorici, ne indaga l'ispirazione e il contesto artistico che li produsse, senza tralasciare la questione dell'attribuzione.
22.00

La nascita del restauro. Dall'antichità all'alto Medioevo

by Alessandro Pergoli Campanelli

publisher: Jaca Book

pages: 410

La nascita del restauro quale noi oggi lo intendiamo viene comunemente fatta risalire al XVIII secolo. In questo volume, invece, se ne riconoscono le radici in epoche molto più lontane, in un percorso di ricerca che intende risalire alle origini della moderna idea di restauro nel pensiero occidentale. Il tutto è indagato con riferimento alle vicende dell'intera Europa, in un ampio periodo che dal tardo neolitico arriva agli inizi del Medioevo, più precisamente agli anni del pontificato di papa Gregorio I Magno, fra VI e VII secolo. In serrata sequenza viene proposta, tradotta e analizzata una copiosa serie di testi antichi e provvedimenti legislativi, scaglionati lungo un arco cronologico che va dalla Grecia alla tarda antichità, puntualmente tradotti e commentati, inestimabile serbatoio di informazioni e riflessione. Al pari si presentano molti interventi di consapevoli "restauri" realizzati già in epoche antiche, al fine di provare a ricostruire lo sviluppo sia delle tecniche sia dell'idea stessa di restauro. L'originale tesi sostenuta dall'autore è che la particolare sensibilità per la conservazione della materia autentica, tipica dell'approccio italiano alla cultura del restauro, si sia formata sul finire del mondo antico a partire dal sincretismo fra la cultura cristiana e le strutture giuridiche del mondo romano. Prefazione di Giovanni Carbonara e Paolo Sommella. Introduzione di Licia Vlad Borrelli.
22.00

Introduzione all'iconografia

by Roelof Van Straten

publisher: Jaca Book

pages: 189

Quando un pittore olandese del XVII secolo raffigura una donna con un bilancino vuoto, probabilmente non intende rappresentare
22.00

Scontro di Dei. Una reinterpretazione dell'arte paleocristiana

by Thomas F. Mathews

publisher: Jaca Book

pages: 280

Tra il III e il VI secolo d
34.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.