Your browser does not support JavaScript!

Libri di Osip Mandel'stam

new

Il programma del pane. Come lievita la poesia

by Osip Mandel'stam

publisher: Jouvence

pages: 272

La parola poetica come lievito per produrre una società armonica e materna, in un universo che emetta calore come un focolare
18.00

Quaderni di Mosca

by Osip Mandel'stam

publisher: Einaudi

pages: 344

Con i "Quaderni di Mosca", a partire dal 1930, si apre la cosiddetta seconda stagione della poesia di Mandel'stam, caratterizz
16.50

Conversazione su Dante

by Osip Mandel'štam

publisher: Adelphi

pages: 116

Nel 1933 Osip Mandel'stam, poeta in disgrazia, «emigrato interno» in procinto di diventare carne da lager, «arde di Dante», e
13.00

Epistolario. Lettere a Nadja e agli altri (1907-1938)

by Osip Mandel'stam

publisher: Giometti & antonello

pages: 250

«Questi testi - con poche eccezioni - non erano stati pensati per la pubblicazione: è una scrittura "parlata", intima, fatta d
28.00

L'opera in versi. Ediz. russa e italiana

by Osip Mandel'stam

publisher: Giometti & antonello

pages: 370

I testi qui raccolti coprono l'intera produzione poetica di Mandel'stam edita in volume quando era in vita: "Kamen'" (La pietr
38.00

La pietra. Testo russo a fronte

by Osip Mandel'stam

publisher: Il saggiatore

pages: 203

Nel 1913, quando il pianeta sta per fare un doppio salto nel vuoto, spinto dalla Grande guerra e dalla Rivoluzione, a San Piet
18.00

Quasi leggera morte

by Osip Mandel'štam

publisher: Adelphi

pages: 100

«Chi potrà mai dirci da dove è arrivata fino a noi la divina armonia che chiamiamo "poesia di Mandel'stam"?» si chiedeva Anna
10.00

Quaderni di Voronez. Primo quaderno. Testo russso a fronte

by Osip Mandel'stam

publisher: Giometti & antonello

pages: 108

La presente edizione raccoglie i testi del primo dei tre quaderni scritti da Osip Mandel'stam tra l'estate del 1934 e il maggi
16.00

La pietra. Testo russo a fronte

by Mandel'stam Osip

publisher: Il saggiatore

pages: 194

Nel 1913, quando il mondo intero stava per fare un doppio salto nel vuoto, trascinato dalla guerra mondiale e dalla Rivoluzion
14.00

Quarta Prosa (la)

by Mandel'stam Osip

publisher: Editori riuniti internazionali

pages: 224

Quando apparve questo volume con i saggi \\sulla poesia\\ (1928), \\il discorso su dante\\ (che e` degli inizi degli anni tren
23.00

Il rumore del tempo e altri scritti

by Osip Mandel'štam

publisher: Adelphi

pages: 209

Le prose narrative di Mandel'stam sono uno fra gli esempi più alti di quella prosa assoluta che ha contrassegnato la letteratura novecentesca. Mandel'stam procede per associazioni e divaricazioni fulminee, non meno audaci di quelle che si incontrano nella sua poesia. Così affiorano schegge di memoria e di visioni: una infanzia e giovinezza pietroburghesi di fine secolo, il clima (anche sonoro) di quegli ultimi anni prima della Rivoluzione, paesaggi abbaglianti, ritratti incisi su pietre dure.
19.00

Ottanta poesie. Testo russo a fronte

by Osip Mandel'stam

publisher: Einaudi

pages: 311

A poco più di dieci anni dalla scelta delle "Cinquanta poesie" di Mandel'stam uscita in questa stessa collana (1998), Remo Faccani propone ora un'edizione aggiornata di quel libro, accresciuta di trenta testi, che si giova anche del lavoro filologico condotto nel frattempo dai migliori studiosi russi. Ne risulta un'immagine più completa dell'autore, che tiene maggiormente conto delle poesie degli anni Trenta, quando Mandel'stam visse un'ultima stagione di grande ispirazione ed energia creativa, a dispetto della crescente ostilità del potere politico e della cultura ufficiale sovietica. Le traduzioni di Faccani si caratterizzano per l'impegno di restituire il più possibile integralmente le stratificazioni di senso tipiche di Manderstam: e dunque grande attenzione viene data alla trasposizione metrica in versi derivati dalla tradizione italiana e al tessuto sonoro dei testi, ma il largo ricorso a rime e assonanze non va a scapito di una resa semantica molto vicina all'originale. Operazione difficile ma assolutamente necessaria, perché il personale rapporto di Mandel'stam con il vuoto e con la morte passava anche, o soprattutto, attraverso la più precisa architettura del verso, unica speranza di dare una forma definita e resistente all'effimero respiro della vita.
16.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes outlined in the cookie policy.
If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy.
By closing this warning, browsing this page, clicking on a link or continuing to browse otherwise, you consent to the use of cookies.

I Agree