Your browser does not support JavaScript!

Libri di Claudio Fait

L'impronta mancina. Società segrete e omicidi eccellenti nella Trieste del '700

by Claudio Fait

publisher: Robin

pages: 259

Trieste, 1778: un delitto scuote, come si suol dire, la città; stavolta però la scossa è piuttosto violenta, perché si tratta dell'uccisione del capo della polizia, il bargello Gasparo Wentzel. Le indagini svolte dal suo vice Franz Fuchs, che all'inizio mettono l'omicidio in carico alla malavita, ben presto si orientano altrove, grazie a un fortuito incontro con un misterioso personaggio. Le nuove ipotesi investigative, purtroppo malamente suffragate da testimonianze contraddittorie, da forzature delle deposizioni, da documenti smarriti e prove discutibili, allertano, tuttavia, due eminenti, benché poco limpidi, funzionari governativi, legati a un'organizzazione clandestina dedita a strani quanto abbietti commerci. Per evitare un pesante coinvolgimento nel caso, costoro promuovono un'offensiva giudiziaria contro Fuchs, volgendo a suo danno i risultati delle indagini. A questo punto, e nonostante un gruppo di uomini onesti tenti di evitargli un'ingiusta condanna, soltanto un colpo di scena, che ha per involontaria protagonista l'ex serva dell'assassinato e il manifestarsi di un fenomeno naturale a cui lo sbirro attribuisce magiche virtù, riesce a risolvere la questione. Ancora in tempo?
14.00

La grande manovra a tenaglia. La sfortunata lotta contro l'imperialismo di Nadal Pis'cianz da Montona

by Claudio Fait

publisher: Robin

pages: 303

Istria, settembre 1677. L'ex seminarista e contrabbandiere Nadal Pis'cianz da Montona, imbarcato come galeotto su una galera veneziana, è catturato e venduto come schiavo ai turchi. Diventato musulmano e affrancato dalla schiavitù, s'arruola nell'esercito ottomano in marcia dai Balcani verso i confini dell'impero austro-ungarico, per porre Vienna sotto assedio. Gratificato di virtù divinatorie, Nadal diventa il consigliere del pasha di Podgoriza, accanito fautore della manovra a tenaglia come tattica di guerra, e in tale veste lo segue in una temeraria missione che, risalendo l'Istria e la Carniola, s'incarica di prendere alle spalle l'esercito imperiale mentre è aggredito frontalmente dall'armata del Gran Visir Kara Mustafà. Tra raffiche di bora e bufere di neve, scaramucce e battaglie, attività spionistiche e travagli sentimentali, musiche di fanfare e garrire di stendardi, prodromi di guerra batteriologica e paradossali colpi di scena, la missione avanza vittoriosa verso l'Austria, soprattutto grazie alle invenzioni che Nadal Pis'cianz anticipa di due o trecento anni con disarmante inconsapevolezza. Giugno 1683, la lunga marcia dei turchi raggiunge la Stiria e il suo epilogo. Nadal, da molto tempo irretito dall'amore per la dolce Natasha, puttana di ruolo al seguito della truppa, e fiero d'esser stato nominato giannizzero per meriti scientifici, non può che condividerne il destino. O quasi.
14.00

Il venditore di reliquie

Operetta morale dove si dimostra come talvolta le cattive azioni facciano il bene della scienza

by Fait Claudio

publisher: Robin

pages: 186

Anno 1736, in un campo non lontano da un minuscolo borgo istriano un contadino dissotterra un osso di straordinarie dimensioni
13.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes outlined in the cookie policy.
If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy.
By closing this warning, browsing this page, clicking on a link or continuing to browse otherwise, you consent to the use of cookies.

I Agree