Your browser does not support JavaScript!

Libri di L. Tedesco

Fuoco pallido. W.G. Sebald: l'arte della trasformazione

by Salvatore Tedesco

publisher: Meltemi

pages: 190

Questo libro nasce dal bisogno, comune a molti lettori di Sebald, di ritornare circostanziatamente su alcuni passi della sua o
18.00

Ghiaccio. Viaggio nel continente che scompare

publisher: Il saggiatore

pages: 159

Una patina gelida avvolge il confine del mondo
15.00

Mediterraneismo. Il pensiero antimeridiano

by Francescomaria Tedesco

publisher: Meltemi

pages: 195

C'è uno sguardo sul Mediterraneo intriso di pregiudizio sull'arretratezza orientale dei suoi popoli
15.00

Compendio di diritto ecclesiastico

publisher: Dike giuridica editrice

20.00
13.00

Forma e forza. Cinema, soggettività, antropologia

by Salvatore Tedesco

publisher: Pellegrini

pages: 168

Lo sguardo cinematografico costituisce una potente provocazione per il pensiero filosofico, arrivando persino a farsi strumento di misura del suo percorrere la strada che, nell'immagine, sta fra l'energetica delle forze che l'attraversano e le forme in cui essa di volta in volta giunge a risiedere e trova la sua vita. Allo sguardo cinematografico e ad alcune sue condizioni, fra indagine antropologica e questione del vivente, è dedicato questo volume. Da Ejzenatejn a Godard, da Deleuze a Rancière, da Dreyer a Straub, è il progetto antropologico della modernità a costituire il campo problematico su cui ci si interroga in forma originale il presente saggio.
15.00

Il romanzo della nazione

Da Pirandello a Nievo: cinquant'anni di disincanto

by Del Tedesco Enza

publisher: Marsilio

pages: 276

Il romanzo della nazione o la nazione del romanzo
27.00

Giuseppe Sergi e «la morale fondata sulla scienza». Degenerazione e perfezionamento razziale nel fondatore del Comitato italianao per gli studi di Eugenica

by Luca Tedesco

publisher: Unicopli

pages: 133

Studioso di una pluralità di discipline nella seconda metà dell'Ottocento, Sergi, tra i massimi antropologi positivisti tra Otto e Novecento e fondatore del movimento eugenetico italiano, le pose al servizio di una rifondazione razionale della società la cui integrità psico-fisica doveva essere salvaguardata attraverso un progetto di perfezionamento razziale e l'espunzione di ogni dimensione metafisica, segnatamente religiosa, che la società minacciava non meno della degenerazione biologica della razza. Se la drasticità delle misure prospettate da Sergi nei confronti dei 'tarati' irrecuperabili non fu accolta da quella latina nostrana, l'enfatizzazione sergiana della validità della profilassi fisica e morale, della medicina sociale preventiva, dell'assistenza materno-infantile e dell'educazione per i sani e per i deviati recuperabili sarebbe stata condivisa dalla nostra classe politica e medica, incline perlopiù ad accogliere il modello 'ambientalista-lamarckiano' piuttosto che quello 'determinista-mendeliano'. Il 'socio-ambientalismo' sergiano, così, avrebbe improntato nel nostro Paese il discorso sul perfezionamento razziale perlomeno fino agli anni Trenta del Novecento.
13.00

Diritti umani e relativismo

by Tedesco Francescomaria

publisher: Laterza

pages: 143

I diritti umani parlano agli Stati
16.00

Sport e salute

by Tedesco Claudio

publisher: Edizioni Mediterranee

pages: 190

Di sport e salute si parla sempre, in TV, sui quotidiani, nelle riviste
13.50

L'occhio e la memoria. Interventi sulla letteratura italiana

by Tedesco Natale

publisher: Bonanno

pages: 268

Boccaccio e Verga per la narrativa, Battaglia, Spitzer, Auerbach e Bachtin per la critica, sono i modelli, i numi tutelari di
23.00

Forme viventi. Antropologia ed estetica dell'espressione

by Salvatore Tedesco

publisher: Mimesis

L'idea di una scienza estetica della forma vivente è l'obiettivo di questo libro; le relazioni fra antropologia filosofica ed estetica nel pensiero tedesco ne sono l'oggetto, a partire dal motivo "goethiano" della forma vivente e dal tema così decisivo della sua peculiare temporalità, per proseguire con l'analisi del movimento espressivo, inteso come momento decisivo di costruzione di un'antropologia estetica, e con la sperimentazione del valore antropologico dell'esperienza estetica. La riflessione schilleriana sulle relazioni fra movimento volontario e simpatetico nel quadro della costruzione dei grandi modelli antropologici della grazia e della dignità, il capovolgimento nazista della scienza della forma vivente in una scienza della morte, e infine l'utopia celaniana di un dialogo poetico dopo Auschwitz costituiscono infine tre cruciali gradienti storici nella costruzione di un'estetica come "scienza dell'uomo".
18.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes outlined in the cookie policy.
If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy.
By closing this warning, browsing this page, clicking on a link or continuing to browse otherwise, you consent to the use of cookies.

I Agree