Your browser does not support JavaScript!

Libri di Rosella Postorino

new

Le assaggiatrici

by Rosella Postorino

publisher: Feltrinelli

pages: 288

La prima volta che entra nella stanza in cui consumerà i prossimi pasti, Rosa Sauer è affamata
10.00
new

L'estate che perdemmo Dio

by Rosella Postorino

publisher: Feltrinelli

pages: 336

Ci sono luoghi che sono condanne, che lasciano nelle ossa il peccato dell'origine, come Nacamarina, paese meridionale affaccia
12.00

Tutti giù per aria

by Rosella Postorino

publisher: Salani

pages: 144

Tina non sa cosa le è saltato in mente quel pomeriggio, quando ha accettato di giocare a pallavolo con i compagni
14.90

La stanza di sopra

by Rosella Postorino

publisher: Feltrinelli

pages: 203

Una città di provincia, una casa in cima a una scalinata, una stanza al piano di sopra, dove c'è un uomo, immobilizzato in un
9.00

Le assaggiatrici

by Rosella Postorino

publisher: Feltrinelli

pages: 285

La prima volta che entra nella stanza in cui consumerà i prossimi pasti, Rosa Sauer è affamata
17.00

Il corpo docile

by Postorino Rosella

publisher: Einaudi

pages: 231

Milena è nata in galera e lì è vissuta fino a tre anni
17.50

L'estate che perdemmo Dio

by Postorino Rosella

publisher: Einaudi

pages: 344

Salvatore Silvestro, il padre
19.00

Il mare in salita. Da Sanremo a Dolcedo passando per i bricchi

by Rosella Postorino

publisher: Laterza

pages: 179

La Riviera dei Fiori è un corteo di paesi lungo una strada a picco sul mare, l'Aurelia, dove si vive in apnea aspettando l'estate. È una cascata di borghi aggrappati alle colline, stesi al sole come lucertole, in procinto di scivolare. Case addossate come squame di una pigna, grovigli di carugi, cattedrali di ulivi: per conquistare la cima non puoi avere fretta, devi imparare a respirare. È Sanremo con la sua mitologia dei fiori come una storia d'amore finita. È il Festival come un'ostinata speranza. È Oneglia con le ciminiere dismesse in riva al mare, Dolceacqua con la sua bellezza minerale, Apricale con le raffiche di luce. Triora con le pareti d'ardesia a intrappolare streghe. La Riviera dei Fiori sembra l'Italia: ci sono il cemento, le alluvioni, la 'ndrargheta, l'emergenza rifiuti, i ghetti albanesi e nordafricani. Ma è più dell'Italia: è un racconto apocalittico, risorgimentale, un racconto della Resistenza, una fiaba. La Riviera dei Fiori non assomiglia a niente, perché è un mondo pensato in verticale.
10.00

Working for paradise

publisher: Bompiani

10.00

Anticorpi

publisher: Liguori

pages: 96

Tre donne di differenti generazioni parlano delle cose che amano, del mondo che abitano, del Sud in cui sono nate, dell'Italia in cui vivono, del paese che vorrebbero. Dialogano sul teatro, sulla scrittura, sulla politica, sul lavoro, sulla mafia, sulla 'ndrangheta, sulla camorra. Ripercorrono il profilo di paesaggi violati da una speculazione edilizia che sembra non concedere scampo allo sguardo che cerca bellezza. Spesso invano. Raccontano passioni che, qualche volta, si trasformano in ossessioni. Narrano del femminismo, delle sue stagioni, delle parole che ha usato, delle pratiche che ha inaugurato, della libertà che ha conquistato. Parlano di quel nido insidioso di ragione e sentimenti, passioni e tenerezza che è la famiglia. E lo fanno rompendo quell'ormai impossibile confine tra pubblico e privato che tante ipocrisie ed esclusioni ha alimentato.
13.49

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.