Your browser does not support JavaScript!

Libri di Stefano Bartezzaghi

new

Mettere al mondo il mondo. Tutto quanto facciamo per essere detti creativi e chi ce lo fa fare

by Stefano Bartezzaghi

publisher: Bompiani

pages: 240

A un certo punto del secolo scorso si è sentita risuonare una parola rotonda ed espressiva: "creatività"
18.00

Banalità. Luoghi comuni, semiotica, social network

by Stefano Bartezzaghi

publisher: Bompiani

pages: 272

La banalità è il nostro nuovo demone
17.00

Parole in gioco. Per una semiotica del gioco linguistico

by Stefano Bartezzaghi

publisher: Bompiani

pages: 272

Non c'è lingua e non c'è epoca in cui non si sia giocato con le parole: troviamo giochi di parole nei testi più solenni di rel
17.00

La ludoteca di Babele. Dal dado ai social network: a che gioco stiamo giocando?

by Stefano Bartezzaghi

publisher: Utet

pages: 210

Esiste una definizione unica di gioco? Stefano Bartezzaghi, fedele alla lezione dei suoi "padri giocatori" - da Umberto Eco a Giampaolo Dossena, da Johan Huizinga a Ludwig Wittgenstein a Roger Caillois -, ci mostra che quella del gioco è una dimensione screziata, molteplice, cadenzata da continue oscillazioni. Costantemente in bilico tra regole e libertà, tra realtà e finzione, il gioco è oscillante quanto pervasivo. Ne ritroviamo elementi nelle narrazioni, nella moda, nel design "user friendly", nel tempo tradizionalmente dedicato al lavoro, nei linguaggi e nei comportamenti sociali, perfino nel terrorismo: i wargames strategici sono diventati negli anni così rilevanti per il reclutamento dei professionisti della guerra che perfino l'Isis attira e addestra i suoi adepti con videogiochi come Call of Duty. Di gioco, o meglio di ludico, sono intrise poi le relazioni che tutti intratteniamo online, ricche come sono di toni semiseri, tormentoni virali, emoticon, ironia e naturalmente inviti, spesso molesti, a qualche nuovo gioco sui social network. La nostra realtà assomiglia sempre di più a una "ludoteca di Babele", in cui la cultura di massa ha instaurato a tutti i livelli un regime semi-giocoso che impone di riformulare non solo i rapporti fra gioco e realtà ma le loro stesse definizioni. Con e-book scaricabile fino al 31-/12-/2016.
14.00

M. Una metronovela

by Stefano Bartezzaghi

publisher: Einaudi

pages: 280

Tra arrivi e partenze, amicizie lunghe una vita e disincontri quotidiani, orizzonte superiore e orizzonte inferiore, ricordi tenaci e attimi mancati, Stefano Bartezzaghi ci conduce in un insolito viaggio sentimentale nella sua città. E la sua lingua-cornucopia scava nell'ovvio e nel mediocre del quotidiano e dell'oggetto comune per produrre riverberi insoliti, lampi di ricordi, nuovi angoli di osservazione, storie frivole e serie di persone note o del tutto sconosciute che insieme a Milano ci raccontano anche un'altra possibile città. Magari la nostra.
20.00

L'orizzonte verticale

Invenzione e storia del cruciverba

by Bartezzaghi Stefano

publisher: Einaudi

Presente da quasi un secolo su tutti i giornali del mondo, assente da qualsiasi storia del giornalismo, del costume, della lin
13.50

Il falo delle novità

La creatività al tempo dei cellulari intelligenti

by Bartezzaghi Stefano

publisher: Utet

pages: 237

Scintilla sul fondo grigio della vita ordinaria, sveglia che interrompe il torpore del pensiero, guizzo di fantasia nel realis
12.00

Una telefonata con Primo Levi

by Bartezzaghi Stefano

publisher: Einaudi

pages: 150

Le "Lezioni Primo Levi", promosse dal Centro studi Primo Levi, si tengono ogni novembre a Torino, presso la Facoltà di Scienze
16.00

Dando buca a Godot

Giochi insonni di personaggi in cerca di aurore

by Bartezzaghi Stefano

publisher: Einaudi

È difficile immaginare di leggere questo libro senza una matita e un taccuino a portata di mano
16.00

Il teatro della sfinge e altri mitodrammi

publisher: Libreria Editrice Cafoscarina

pages: 146

14.00

Come dire

Galateo della comunicazione

by Bartezzaghi Stefano

publisher: Mondadori

pages: 209

Le scorrerie di Bartezzaghi, allegro linguista e principe dei giocatori di parole, tra le praterie della lingua: i suoi usi e
17.00

Non se ne può più

Il libro dei tormentoni

by Bartezzaghi Stefano

publisher: Mondadori

pages: 257

Era un giorno come un altro, c'era anche bel tempo e non si preannunciava nulla di insolito
17.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes outlined in the cookie policy.
If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy.
By closing this warning, browsing this page, clicking on a link or continuing to browse otherwise, you consent to the use of cookies.

I Agree