Your browser does not support JavaScript!

Libri di Tomaso Montanari

new

Chiese chiuse

by Tomaso Montanari

publisher: Einaudi

pages: 143

Migliaia di chiese sono oggi inaccessibili, saccheggiate, pericolanti
12.00

La seconda ora d'arte

by Tomaso Montanari

publisher: Einaudi

15.00

Dalla parte del torto. Per la sinistra che non c'è

by Tomaso Montanari

publisher: Chiarelettere

pages: 146

È il paradosso della nostra epoca: non si può non essere contro se si ama davvero la vita
15.00

Eretici

by Tomaso Montanari

publisher: Paperfirst

pages: 192

La scienza, l'arte, la politica, i diritti civili, la disobbedienza, la pittura, persino la Chiesa: un principio di eresia è p
16.00

Cento luoghi di-versi. Un viaggio in Italia

publisher: Ist. Enciclopedia Italiana

pages: 240

Mai come in questo momento, dopo mesi di reclusione, abbiamo capito quanto abbiamo bisogno dell'Italia
19.90

L'ora d'arte

by Tomaso Montanari

publisher: Einaudi

pages: 215

L'ora d'arte, che in tanti vorrebbero cancellare dai programmi scolastici, dovrebbe invece essere la più importante di tutte
15.00

L'aria della libertà. L'Italia di Piero Calamandrei

publisher: Storia e Letteratura

pages: 138

«Io ricordo che negli anni pesanti e grigi nei quali si sentiva avvicinarsi la catastrofe, facevo parte di un gruppo di amici
29.00

Costituzione italiana: articolo 9

by Tomaso Montanari

publisher: Carocci

pages: 143

Perché leggere la Costituzione italiana? E perché viene così spesso evocata nei dibattiti politici e citata sulle pagine dei g
13.00

Velazquez e il ritratto barocco

by Tomaso Montanari

publisher: Einaudi

pages: 315

«Principe Enrico: "Dio mi sia testimonio, sono estremamente stanco"
42.00

Cassandra muta. Intellettuali e potere nell'Italia senza verità

by Tomaso Montanari

publisher: EGA-Edizioni Gruppo Abele

pages: 128

Quando Cassandra parla, dice la verità: ma è giudicata un intralcio, una "sacerdotessa del no"
12.00

La libertà di Bernini. La sovranità dell'artista e le regole del potere

by Tomaso Montanari

publisher: Einaudi

pages: 347

Gian Lorenzo Bernini non ha un posto nella genealogia dell'arte moderna: quella che parte dalla rivoluzione di Caravaggio, e attraverso Velázquez, Goya e Manet, conduce agli Impressionisti, e dunque alle avanguardie. L'artista più potente, ricco e realizzato dell'Italia secentesca, "il dittatore artistico di Roma", è sempre stato considerato troppo organico alla propaganda dei papi e dei gesuiti per poter aver parte in questa storia di libertà. Basandosi su oltre vent'anni di ricerca, e ribaltando la lettura corrente di opere, fonti e documenti, questo libro dimostra il contrario: a modo suo, Bernini ha seguito Caravaggio sulla via del conflitto, arrivando a sacrificare una parte del proprio successo pur di difendere la sovranità sulla propria arte. Ed è anche grazie a questa tensione che le opere di Gian Lorenzo ci appaiono ancora così terribilmente vive. Bernini seppe uscire dalle regole, pagandone tutte le conseguenze e facendo leva sul giudizio di un'embrionale opinione pubblica europea per affrancarsi dall'arbitrio dei principi. Le sue mani e la sua testa divennero l'unica misura che accettava, e il suo atelier fu insieme luogo della creazione e teatro della libertà. Ma come dimostrare questa tesi? Nelle sue biografie "ufficiali" affiorano cospicue smagliature, fra loro coerenti, che questo libro individua e allarga, una per una. Costruendo così per le opere di Bernini una nuova chiave di lettura.
42.00

Contro le mostre

publisher: Einaudi

pages: 178

È un vizio italiano: produrre mostre blockbuster
12.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

This site or third-party tools used by this make use of cookies necessary for the operation and useful for the purposes outlined in the cookie policy.
If you want to learn more or opt out of all or some cookies, see the cookie policy.
By closing this warning, browsing this page, clicking on a link or continuing to browse otherwise, you consent to the use of cookies.

I Agree