Your browser does not support JavaScript!

Arts and Philosophy

La biblioteca perduta. I libri di Leonardo

by Carlo Vecce

publisher: Salerno

pages: 216

Una biblioteca racconta molte storie: anche quella di se stessa e di chi l'ha costituita nel tempo di una vita o di molte vite
13.00

Punto. Fermiamo il declino dell'informazione

by Paolo Pagliaro

publisher: Il mulino

pages: 127

Colonizzato dai social network, il terreno dell'informazione è minato da «post-verità»
12.00

La linguistica. Un corso introduttivo

publisher: UTET Università

pages: 334

Questa nuova edizione aggiornata riprende tutti i contenuti del manuale "La linguistica" (ad esclusione dell'ultimo breve capi
28.00

Letteratura e giornalismo

publisher: Marsilio

pages: 256

Il bisogno di approfondire la conoscenza della letteratura contemporanea in prospettive rinnovate urge per i rapporti fra ques
22.00

Voci dai secoli oscuri. Un percorso nelle fonti dell'alto medioevo

by Stefano Gasparri

publisher: Carocci

pages: 178

Scopo del libro è far accostare i lettori a un mondo molto lontano dal nostro, un mondo che va dal periodo successivo al tramo
17.00

Che cos'è il populismo?

by Jan-Werner Müller

publisher: Università Bocconi Editore

pages: 137

Donald Trump, Beppe Grillo, Marine Le Pen, Nigel Farage: i populisti sono in ascesa in tutto il mondo
16.00

La correzione di bozze. Manuale per la revisione dei testi

by Ferdinando Scala

publisher: Editrice Bibliografica

pages: 176

Mettere in fila una serie di accorgimenti indispensabili per chi vuole fare un'accurata revisione redazionale di un testo sign
23.50

Il Nuovo Testamento e la cena del Signore

by Enrico Mazza

publisher: Edb

pages: 264

Solo con la prima Lettera ai Corinzi compare il mandato di reiterare l'ultima cena narrata dai vangeli sinottici
26.50

Bucoliche

by Publio Virgilio Marone

publisher: Carocci

pages: 533

Se Virgilio non avesse scritto le Bucoliche, fidando nella sua audace giovinezza, il cammino della poesia occidentale sarebbe
19.00

Sonnambuli verso un nuovo mondo. L'affermazione dei comuni nel XII secolo

by Chris Wickham

publisher: Viella

pages: 239

Nel quadro della disintegrazione del Regno d'Italia, tra XI e XII secolo, una nuova forma di governo collettivo - il comune - si affermò nelle città del Centro e del Nord. Sonnambuli verso un nuovo mondo considera questo processo in modo profondamente nuovo, mutando completamente la nostra lettura di una delle più importanti novità politiche e culturali del mondo medievale. Grazie al quadro articolato delle strutture sociali e di potere di tre città - Milano, Pisa e Roma - poste poi a confronto col vivace sfondo delle altre città italiane, Chris Wickham mostra come lo sviluppo di una delle prime forme di governo non regio dell'Europa medievale si sia compiuto senza che gli esponenti delle élite cittadine fossero realmente consci di creare qualcosa del tutto nuovo, muovendosi come sonnambuli, senza una chiara consapevolezza del radicale mutamento in atto.
26.00

User experience. Psicologia degli oggetti, degli utenti e dei contesti d'uso

publisher: Apogeo Education

pages: 220

Dal tempo della rivoluzione industriale fino a oggi, nell'era post-Internet in cui tecnologie immersive promettono di assister
20.00

Milano allo specchio. Da Costantino al Barbarossa, l'autopercezione di una capitale

publisher: Viella

pages: 174

L'autoreferenzialità quale prisma attraverso cui leggere la Milano tardoantica e medievale è il filo rosso sotteso ai sette saggi che compongono questo libro. Capitale dell'impero segnata dall'episcopato di Ambrogio, metropoli ecclesiastica di prim'ordine e potente Comune, la Milano medievale ha uno sviluppo eccezionale sulla lunga durata. Solo sporadicamente, però, tale stratificazione - storica, culturale e materiale - è stata indagata in una prospettiva di autoreferenzialità, centrale invece per la mentalità medievale e soprattutto per una città come Milano, dove la tradizione diviene garante del ruolo chiave che il capoluogo lombardo intende assumere nel Medioevo. Il patrimonio immateriale e materiale della città è indagato da un punto di vista pluridisciplinare. L'analisi di storici, archeologi, storici dell'arte e filologi permette d'individuare i punti nodali di questo meccanismo, fornendo una visione a tutto tondo per molti aspetti innovativa, al fine di meglio comprendere in che modo Milano si relazioni al proprio passato e come questo passato costituisca una continuità attraverso la quale plasmare un'immagine di sé, diventando un aggregatore identitario fondamentale.
32.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.