Your browser does not support JavaScript!

Allemandi

25.00

La collezione d'arte della fondazione Carichieti e della Carichieti Spa. Un patrimonio culturale per la collettività

publisher: Allemandi

pages: 102

La Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti, con l'apertura al pubblico del Museo Palazzo de' Mayo, consegna alla pubblica fruibilità le proprie collezioni, rendendo effettivo e vivo l'obiettivo da sempre perseguito: quello di conservare e valorizzare un patrimonio culturale a vantaggio dell'intera collettività.
20.00

Villa Carlotta. Museo, parco storico, giardino botanico sul Lago di Como

publisher: Allemandi

pages: 108

Villa Carlotta è un luogo di rara bellezza, dove capolavori della natura e dell'ingegno umano convivono in perfetta armonia in oltre 70.000 metri quadrati visitabili tra giardini e strutture museali. La dimora, imponente ma sobria, circondata da un giardino all'italiana con statue, scalee e fontane, venne commissionata alla fine del Seicento da Giorgio Clerici; con Gian Battista Sommariva, il successivo proprietario, la villa toccò il sommo dello splendore, arricchendosi dei capolavori di Canova e Hayez e di uno straordinario parco romantico. Alla metà del XIX secolo la proprietà venne donata dalla principessa Marianna di Nassau alla figlia Carlotta in occasione delle nozze con Giorgio II di Sassonia Meiningen; quest'ultimo, appassionato botanico, si prodigò per lo sviluppo e l'arricchimento del vasto giardino paesaggistico, oggi notissimo per la stupefacente fioritura primaverile dei rododendri e delle azalee in oltre 150 varietà.
18.00

Atelier a via Margutta. Cinque secoli di cultura internazionale a Roma

publisher: Allemandi

pages: 366

Per cinque secoli, pittori, scultori, fotografi, stilisti, musicisti, scrittori, poeti, attori, registi e architetti provenienti da 28 nazioni e cinque continenti sono arrivati a Roma, a via Margutta. In questa piccola strada, solitaria e affascinante, hanno creato capolavori, vivendo e lavorando negli atelier, dietro le grandi vetrate illuminate dalla straordinaria luce di Roma.
70.00

Capolavori della maiolica castellana dal '500 al terzo fuoco. La collezione Matricardi. Catalogo della mostra (Teramo, 2 aprile-31 ottobre 2012)

publisher: Allemandi

pages: 286

Il presente volume costituisce il catalogo di una mostra, nella quale viene esposta una selezione della Collezione Matricardi di Ascoli Piceno. Si tratta di una raccolta straordinariamente ricca e importante, dedicata per intero alla maiolica di Castelli d'Abruzzo, dal Cinquecento fino agli inizi dell'Ottocento. È così possibile seguire e comprendere l'evoluzione di quest'arte attraverso opere di altissima qualità, eseguite dagli artefici più famosi: i Grue, i Gentili, i Fuina.
50.00

Come nasce un'istituzione. Il caso HangarBicocca

by Gianluca Winkler

publisher: Allemandi

pages: 193

Oggi HangarBicocca è un centro d'arte contemporanea noto in tutto il mondo, con un budget coperto pressoché interamente da una delle più grandi aziende italiane e con un futuro promettente. Quella narrata in queste pagine con tanto entusiasmo e dalla voce del protagonista principale, è la storia vera di come HangarBicocca è stato immaginato e costruito per essere il luogo più eccitante di arte contemporanea che l'Italia avesse mai visto. Una storia fatta di passione, visione, entusiasmo e un pizzico di coraggiosa follia.
25.00

Donato Creti. Le opere su carta. Catalogo ragionato

publisher: Allemandi

pages: 344

"Più che alla forza, e alla terribilità inclina, questo pittore alla grazia, e alla eleganza, e in questo la sua inclinazione seconda la sua persona"; così di Donato Creti (1671-1749) scrive l'amico Gian Pietro Zanotti nella sua "Storia dell'Accademia Clementina" (1739). "Di statura mezzana, e più tosto gracile", questi è tra i grandi protagonisti del barocchetto bolognese e italiano; ma è come virtuoso disegnatore, infaticabile e prolifico, che si distingue sopra tutti. Con quasi seicento immagini e un apparato di centinaia di schede dettagliate questo è il primo resoconto della sua attività grafica (dai disegni a matita ai rari olii su carta, ai fogli a penna e inchiostro bruno) redatto attraverso lo spoglio di prima mano dei fondi di oltre un centinaio di collezioni pubbliche e private nel vecchio e nel nuovo continente. Un'inedita ricostruzione del profilo d'un pittore che prende le mosse dall'analisi del suo vastissimo catalogo di disegni.
85.00

Il mondo di Beaurepaire

publisher: Allemandi

pages: 103

Scoperto nel 1945 da Christian Bérard, subito lanciato da Jean Cocteau fra i protagonisti della vita culturale e mondana francese, André Beaurepaire fu, a poco più di vent'anni, un'apparizione di grazia fulminea e di fantasia sconfinata. Lo vollero subito, come scenografo per le proprie creazioni, lo stesso Cocteau, Frederick Ashton, Roland Petit, Louise de Vilmorin, Jean Genet, Gian Carlo Menotti, il suo nome venne conteso dalla Scala e dall'Opera di Parigi, i suoi disegni furono esposti a Londra e a New York. Il suo stile originalissimo, senza maestri e senza eredi, illustrò la musica di Stravinskij e di Prokof'ev ma anche le canzoni di Edith Piaf. Oggi Beaurepaire, ancora attivo nel suo studio di Parigi, ancora fascinoso enfant terrible, è l'ultimo testimone di un mondo artistico omogeneo, nel quale la cultura europea del Novecento ha toccato uno zenith effimero e sfavillante.
35.00

Luigi Einaudi (1874/1961)

Cinquant'anni dopo

 

publisher: Allemandi

pages: 206

Il libro celebra nel cinquantesimo anniversario della morte, una delle figure fondanti della Repubblica Italiana
28.00 26.60

Amate arti applicate. 1991-2011: da «L'apprendista stregone» a «Italia 150»

by Enzo Biffi Gentili

publisher: Allemandi

pages: 174

Alla fine del primo decennio del XXI secolo il lavoro fatto ad arte, il mestiere manuale, viene rivalutato da bestseller di studiosi come Richard Sennett e Matthew Crawford. Tra queste innovative teorie e pratiche emerse a livello internazionale vanno iscritte le riflessioni operative, avviate a Faenza nel 1991 con la mostra "L'apprendista stregone", presentata da Sir Ernst Gombrich, di un curatore indipendente ed eccentrico come Enzo Biffi Gentili. Questo volume di arti applicate illustrate, singolare in Italia, ricostruisce per campioni vent'anni di sue esposizioni, interpretate da grandi fotografi, dirette a promuovere un nuovo "artigianato metropolitano", anche attraverso allestimenti scenografici, sovente realizzati in beni architettonici. Un lavoro culturale caratterizzato dall'uso provocatorio di alcuni termini artistici desueti, che afferma la pari dignità tra arti decorative e arti pure, tra artista e artiere, tra arti meccaniche e arti liberali, in un approccio critico ed estetico polemico, se non antagonistico.
29.00

Che cosa me ne faccio dell'arte? Al lavoro e nella vita quotidiana. La parola al pubblico e agli artisti

publisher: Allemandi

pages: 95

Bisogna essere in grado di abbandonare le proprie abitudini e il proprio modo di pensare; avvicinarsi all'arte serve anche per
20.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.