Your browser does not support JavaScript!

Effigie

Il principio di Archimede

by Lanzardo Dario

publisher: Effigie

pages: 130

Come si vive su una "nave della libertà", un residuato bellico americano comprato per nulla da un armatore senza scrupoli e co
14.00

Il petrolio delle stragi. Postille a «L'eresia di Pasolini»

by Gianni D'Elia

publisher: Effigie

pages: 73

Per il trentennale dell'assassinio di Pier Paolo Pasolini le edizioni Effigie hanno pubblicato L'eresia di Pasolini di Gianni D'Ella, una rivisitazione dell'opera di questo "fratello maggiore", considerato una "avanguardia della tradizione". Ora Gianni D'Elia è tornato sul suo pamphlet arricchendolo attraverso la sua lettura di Petrolio come uno strumento per leggere il nostro ieri e l'oggi. Pasolini non è stato ucciso da un ragazzo di vita perché omosessuale, ma da sicari prezzolati dai poteri, occulti o no, in quanto oppositore, corsaro, a conoscenza di verità scottanti. Motivo è stato Petrolio e trappole un "ragazzo di vita" e il furto delle "pizze" di Salò, l'ultimo film di questo poeta necessario.
10.00

Il tempo della luce. Narrazioni sull'infinito

by Voltolini Dario

publisher: Effigie

pages: 78

Da qualche anno, uno scrittore-filosofo che abita in una grande città italiana del Nord ha alzato più volte gli occhi a contem
12.00

La cagna del ponte­La casa di via Robolini

by Milani Mino

publisher: Effigie

pages: 88

Nella "Cagna del ponte", l'autore riprende la fosca leggenda popolare di una "stria", Gelinda Maffi, ambientandola nel 1820 e
12.00

Zio Demostene. Vita di randagi

by Antonio Moresco

publisher: Effigie

pages: 101

Il Novecento visto attraverso le vicende di una famiglia nomade e tormentata. Il nonno Antonio, autodidatta esaltato; lo zio Demostene, disertore, comunista, esule; il padre militare, reduce dalla guerra d'Africa e da un campo di prigionia in India: le vite parallele di due fratelli finiti in due campi opposti; la madre, ragazza affamata in cerca di un posto da servetta; il cugino Ferdinando, abbandonato dalla madre di fronte alla porta dei nonni ed emigrato in Brasile; altre vicende familiari accomunate da un destino di randagismo e di diaspora. Antonio Moresco qui torna indietro, all'enigma di un luogo, di un volto, di un'espressione, come il sorriso finale dello zio Demostene.
12.00

Biss, lüsert e alter galantomm. Ballate di François Villon

publisher: Effigie

pages: 88

La poesia di François Villon è uno straordinario affresco della Parigi del Quattrocento, brulicante di un'umanità semplice e r
10.00

L'eresia di Pasolini. L'avanguardia della tradizione dopo Leopardi

by Gianni D'Elia

publisher: Effigie

pages: 176

Profeta indifeso, disilluso e incivile, perché quella era l'unica forma possibile di coscienza civile, Pasolini si è esibito come testimone autentico dell'epoca in cui viveva. Questo scrittore scomodo si può rimuovere, svilire, calunniare. Gianni D'Elia fa rivivere invece Pasolini nella sua altissima integrità: il poeta dialettale e "poematico" in lingua, il saggista, il narratore e l'autore del "teatro di parola" e del "cinema di realtà". Gli ampi reperti di questa rilettura "totale" mirano soprattutto a distruggere l'opera di restaurazione o epurazione in atto. Si assiste così a una rivisitazione appassionata di testi e idee, accompagnata da una puntuale iconografia del "nini muàrt".
17.00

Inseguendo le lune

by Hoëllard Michel

publisher: Effigie

pages: 54

A intessere le vicende di questi sei racconti sono soprattutto personaggi di donne, affettuosamente osservate e narrate dall'a
10.00

La Transilvania liberata

by Tomaso Kemeny

publisher: Effigie

pages: 75

Questa "favola onirica", elaborata per lunghi anni dall'autore nella forma desueta del poemetto, esprime soprattutto lo strazio dell'io-poeta, esule dall'amata Ungheria e viandante in una Terra sempre più prosciugata di energia. Lo stesso poeta si incarna nel guerriero Vayk della tradizione magiara per combatterre la morte; sarà il padre Csaba a sostituirsi a lui nella discesa agli Inferi, dove Torquato Tasso ed Ezra Pound si cercano vanamente tra le ombre. Il poemetto si chiude con un dolente consummatum est: deposto dalla croce, il poeta è accolto dalle braccia pietose della madre, divenuta dopo la morte una dea delle origini.
10.00

Canto del mondo

Latinoamerica. Vol. 1

by Giovannetti Giovanni

publisher: Effigie

pages: 7

70.00

Canto del mondo

Poeti italiani. Vol. 1

by Giovannetti Giovanni

publisher: Effigie

pages: 7

70.00

Canto del mondo

Latinoamerica. Vol. 2

by Giovannetti Giovanni

publisher: Effigie

pages: 7

70.00

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.