Your browser does not support JavaScript!

Il cerchio e l'ellisse. Husserl e il darsi delle cose

Il cerchio e l'ellisse. Husserl e il darsi delle cose
title Il cerchio e l'ellisse. Husserl e il darsi delle cose
Author
Topic History , Religion and Philosophy Philosophy
Collection Saggi. Fenomen. e filos. dell'esperienza
Publisher Rubbettino
Format Book
Pages 191
Published on 2007
ISBN 9788849817911
 
Item temporarily out of stock.
Do you wish to be notified when it is available?
10.00
L'epoca moderna si apre richiamandosi al principio di soggettività. Tutto ciò che appare deve manifestarsi a un soggetto. E tuttavia, proprio questa riconduzione al soggetto finisce per dissolvere la nozione stessa di razionalità, in quanto il reale e l'oggettivo (le cose) vengono confuse con gli atti soggettivi in cui si manifestano. Così, il mondo stesso e le cose del mondo divengono eventi mentali, qualcosa che accade "dentro" la coscienza. In questo libro, a partire da una lettura del percorso filosofico husserliano, ci si interroga sulle ragioni che hanno prodotto questo tipo di deriva, e si indica che, nel padre fondatore della modernità, in Descartes, non vi è una riduzione alla coscienza, ma una riduzione della coscienza, e dunque che la sua nozione di evidenza si installa sulla rimozione della manifestatività delle cose. Vengono così reinterpretati e rivisitati, a partire da Husserl, le nozioni fondamentali della filosofia moderna: sensazione, evidenza, datità, trascendentale, soggettività, immanenza, trascendenza, idealismo, realtà, seguendo però sempre come traccia l'idea secondo cui se il reale si costituisce in una coscienza questo non significa che la coscienza lo costruisca, ma, più semplicemente, che essa è il luogo dell'accogliere, in cui il reale si annuncia.
 

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.