Your browser does not support JavaScript!
Go to page content

La guerra dentro. La psichiatria italiana tra fascismo e resistenza (1922-1945)

La guerra dentro. La psichiatria italiana tra fascismo e resistenza (1922-1945)
title La guerra dentro. La psichiatria italiana tra fascismo e resistenza (1922-1945)
Author
Topic Human Sciences Psychology
Collection Documenta
Publisher Ombre corte
Format
libro Book
Pages 282
Published on 2008
ISBN 9788895366227
 
Item temporarily out of stock.
Do you wish to be notified when it is available?
22.00
Se la Grande guerra (1915-1918) aveva visto contrapporsi i "gruppi-nazione", la "guerra" che si svolgerà dal 1922 al '45, prima subdola e poi deflagrante, è dentro al gruppo. È la guerra al nemico politico, al partigiano, al malato di mente, all'ebreo che fino al giorno prima erano stati il parente, il vicino di casa o il collega. Anche la psichiatria, come il resto della società, conobbe queste lacerazioni. Ci furono psichiatri che aderirono al fascismo e altri invece che dallo stesso furono braccati e perseguitati, psichiatri complici dello sterminio dei pazienti e altri invece che vi si opposero, psichiatri che promossero le leggi razziali e altri che ne pagarono le conseguenze. Ma la "guerra dentro" è anche la guerra senza trincea, che spinge il proprio vento di morte dentro le città, le case, gli ospedali psichiatrici. E, infine, la guerra dentro è anche il trauma della guerra e delle sue mille violenze nella vita mentale di ciascuno, e la fatica della psichiatria a riconoscerne il peso.
 

Enter the code for the download.

Enter the code to activate the service.