Your browser does not support JavaScript!

L'invenzione della specie. Sovvertire la norma, divenire mostri

L'invenzione della specie. Sovvertire la norma, divenire mostri
title L'invenzione della specie. Sovvertire la norma, divenire mostri
author
topc Human Sciences Sociology
collection Culture
publisher Ombre corte
format Book
pages 120
publication 2016
ISBN 9788869480447
 

Choose the bookshop

Item temporarily out of stock.
Do you wish to be notified when it is available?
13.00
 
Buy and receive in 5/10 days
Facendo ricorso a strumenti filosofici, letterari, artistici e scientifici, questo libro rappresenta un primo tentativo di decostruire la categoria di "specie". La tesi principale del volume è che ciò che costituisce la dicotomia gerarchizzante umano/animale non è un fatto di "natura", un'operazione neutra e descrittiva, ma una decisione performativa, normativa e normalizzante, che produce ciò che la presuppone: l'"Uomo" (maschio, bianco, eterosessuale, adulto, normale, sano, proprietario e carnivoro) da una parte e l'"Animale" (l'insieme formato dai corpi che non contano dei non umani e degli umani animalizzati) dall'altra. Detto altrimenti, la specie è la favola che permette di legittimare il calcolo delle spedizioni che a sua volta naturalizza la narrazione favolistica delle proprietà speciali dell'"Uomo". L'opposizione all'antropocentrismo si declina così nella revoca dell'idea che esista in "natura" un "proprio dell'uomo" e nella ricerca di quella faglia di vita im/trans/personale che percorre, fragile e gioiosa, il vivente sensuale. In un progressivo passaggio dal saggistico al narrativo, il libro invita a mettersi all'ascolto delle voci, a tratti disperate e a tratti felici, della moltitudine che passa e ad assumere la tenacia politica che non smette di provare a rendere possibile ciò che, a prima vista, appare impossibile.
 

Enter the code for the download.

Inserire il codice per attivare il servizio.