Interfaculty Arts and Philosophy - Education

Il mondo musulmano. Quindici secoli di storia

Il mondo musulmano. Quindici secoli di storia

publisher: Carocci

pages: 419

Il volume presenta un panorama storico del mondo musulmano dall'avvento dell'Islam (VII secolo) ad oggi, nelle sue diverse esp
26.00
Dialogo sul potere

Dialogo sul potere

by Carl Schmitt

publisher: Adelphi

pages: 124

L'essenza del potere e la struttura del nuovo spazio planetario in due dialoghi filosofici che sono vere e proprie pièce teatrali.
8.00
Le ragioni di Abramo. Kierkegaard e la paradossalità del logos

Le ragioni di Abramo. Kierkegaard e la paradossalità del logos

by Dario Sacchi

publisher: Franco Angeli

pages: 144

Kierkegaard è stato spesso criticato per un suo preteso irrazionalismo ma, anche quando tale critica sembra meritata, la sua v
20.50
Etica della sovranità

Etica della sovranità

Questioni antropologiche in Kelsen e Schmitt

by Alessio Musio

publisher: Vita e pensiero

pages: 248

C'è qualcosa di effettivamente tragico nella vicenda della sovranità di cui ci hanno parlato, sia pure in modi opposti, Kelsen
22.00
Parva aesthetica. Saggi 1958-1967

Parva aesthetica. Saggi 1958-1967

by Theodor W. Adorno

publisher: Mimesis

pages: 213

Nell'ultimo decennio di vita Adorno torna più volte su temi di carattere estetico che caratterizzano non solo il suo approccio all'arte moderna, ma il rapporto con il pensiero filosofico nel suo complesso. Il concetto di Aesthetica, volutamente citato in latino, costituisce una porta d'accesso a questioni di carattere metodologico, gnoseologico, ontologico e sociale, in un continuo confronto con la negatività che abita all'interno della stessa cultura. La formulazione di un'estetica normativa appare impropria agli occhi del filosofo tedesco: per questo motivo egli ritiene impossibile affidare al pensiero il compito di costruire modelli e valori artistici universali. La scelta di Adorno, nei saggi qui raccolti, consiste piuttosto nell'elaborare forme di pensiero critico, nella convinzione che di norme e modelli non si potrà parlare come valori assoluti, ma unicamente come dimensioni problematiche.
19.00
Introduzione alla filosofia della mente

Introduzione alla filosofia della mente

by Paternoster Alfredo

publisher: Laterza

pages: 241

Come può il cervello pensare, percepire, dare luogo a esperienze coscienti? Come fa la mente a rappresentarsi la realtà estern
20.00
Il futuro della natura umana

Il futuro della natura umana

I rischi di una genetica liberale

by Habermas Jürgen

publisher: Einaudi

pages: 125

Nella modernità la teoria morale si astiene dal proporre modelli vincolanti di vita buona
18.00
Il volto e l'interfaccia

Il volto e l'interfaccia

Prossimità virtuali, responsabilità reali

by Riva Franco

publisher: Servitium

pages: 120

12.00
Paradoxa

Paradoxa

Etica della condizione umana

by Adriano Pessina

publisher: Vita e pensiero

pages: 296

Ogni definizione che possiamo dare dell’uomo è, in fondo, anche una definizione che diamo di noi stessi. Ma possiamo immedesimarci nell’immagine di un uomo che non nasce, non cresce, non si ammala, non soffre, non perde mai l’esercizio delle sue facoltà e non si trova mai ad accudire altre persone che, come lui, attraversano queste esperienze? La cultura moderna ci ha consegnato il mito antropologico della soggettività autonoma, libera e responsabile e ha relegato nelle pieghe residuali del pensiero i problemi che vengono sollevati dall’esperienza umana che si svolge nel tempo, creando un vocabolario adatto per rendere marginale ogni altro modo d’essere dell’umano: è il linguaggio che ha coniato espressioni come quelle di handicappato, invalido, disabile, per poi culminare nella formula ipocrita, ma politicamente corretta, del diversamente abile. Questo libro intende, invece, fare i conti con la condizione umana assumendo un’altra prospettiva. Malattia, dolore, sofferenza, poste in relazione con l’ambiente (fisico, culturale, politico, sociale) condizionano la possibilità di realizzazione di ognuno di noi e finiscono con l’impattare sul senso stesso della partecipazione, della cittadinanza e della nostra auto-rappresentazione: questa relazione è ciò che oggi l’OMS e la Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute intendono con il termine disabilità. Sulla scorta di tale definizione, il volume ripercorre alcuni temi classici dell’antropologia filosofica proponendosi di fornire una più adeguata comprensione dell’esperienza umana.
18.00
La bellezza

La bellezza

Ragione ed esperienza estetica

by Roger Scruton

publisher: Vita e pensiero

pages: 184

La bellezza può consolare o turbare; può essere sacra o profana; può essere divertente, stimolante, ispiratrice, raggelante
16.00
Il principio responsabilità

Il principio responsabilità

Un'etica per la civiltà tecnologica

by Jonas Hans

publisher: Einaudi

Il dibattito intorno alla nostra responsabilità verso le generazioni future si è fatto in questi anni sempre più fitto e inter
24.00
Trattato sul primo principio. Testo latino a fronte

Trattato sul primo principio. Testo latino a fronte

by Giovanni Duns Scoto

publisher: Bompiani

pages: 262

Nel periodo della Scolastica medievale si confrontarono due grandi correnti, il Tomismo e lo Scotismo; in questo trattato, Duns Scoto costruisce la sua teoria ontologica, ove il Primo Principio, cioè Dio, è inteso in maniera univoca e non analogica (come invece avviene per Tommaso d'Aquino): quindi, se per Tommaso noi possiamo definire Dio come l'Essere stesso e le sue creature come enti, in questo caso la medesima predicazione di essere è analogica, e si basa sulla partecipazione asimmetrica degli enti all'Essere; per Scoto, al contrario, la predicazione dell'essere è del tutto univoca e con il medesimo significato.
16.00